Il Centro Comunale Multisport di Reggio Emilia è il primo campo da tennis illuminato a LED

Sarà il Centro Comunale Multisport di Reggio Emilia, ad ospitare il primo campo da tennis in Italia illuminato grazie alla tecnologia a LED.

I 20 proiettori da 108 Wh, andranno a sostituire i 10 tradizionali da 400 Wh, garantendo un’illuminazione ottimale con meno di 2500 Wh di potenza installata, contro i 5000 Wh che consumava il vecchio impianto. Grazie a questi accorgimenti il Centro Comunale Multisport di Reggio Emilia otterrà un sostanziale dimezzamento dei consumi energetici con un livello di illuminazione superiore e più confortevole ma anche in un impatto ambientale estremamente contenuto.

I sistemi installati al Centro Comunale Multisport permetteranno un’accensione immediata e non necessiteranno di tempi di raffreddamento in caso di spegnimento e di riaccensione, annullando di fatto, i lunghi tempi di attesa tipici delle soluzioni tradizionali.

L’uniformità della luce ed il miglior controllo dell’abbagliamento rappresentano due importanti benefici per i giocatori, migliorando significativamente la visibilità in ogni punto del campo ed assicurando il massimo comfort visivo in ogni fase di gioco, soprattutto nelle fasi di servizio, smash e volèe.

“Siamo orgogliosi che, grazie alle soluzioni CarecaLed, sia stato possibile realizzare a Reggio Emilia quello che risulta essere il primo campo da tennis illuminato a LED nel nostro Paese ed uno dei pochissimi al mondo – ha affermato Francesco Morsiani, Presidente del Gruppo Careca, azienda fornitrice l’impianto.

“Per CarecaLed – continua Morsiani – e per la provincia reggiana questo non è il solo primato ottenuto in quest’ambito, è nostra anche la prima installazione in Europa, quasi tre anni fa, di soluzioni a tecnologia LED per l’illuminazione stradale ad alta potenza, cui sono seguite numerose installazioni sia per esterni che interni in tutta Italia. I vantaggi sia in termini economici, che a livello di impatto ambientale sono, infatti, sempre più noti e l’interesse da parte di enti pubblici, organizzazioni, aziende e professionisti è oggi elevatissimo”.

Articoli correlati