Propoli contro le malattie

Tante sono le sperimentazioni condotte sia in Occidente che in Oriente sui benefici farmacologici attribuiti alla propoli

Continua a crescere l’interesse per l’applicazione clinica della
propoli, supportato da continue ricerche su varie malattie. I dati presi in esame per
le informazioni sull’uso e soprattutto sull’efficacia della propoli
si riferiscono a situazioni vissute e sperimentate direttamente sul
campo negli ultimi trent’anni.

La maggior parte delle persone prende il propoli in modo regolare
per stare bene, secondo i ricercatori la dose dovrebbe equivalere a
circa tre grammi due volte al giorno, meglio a stomaco vuoto.
Il propoli mantiene forte sistema immunitario, combatte e tiene
lontano:

Tosse, raffreddore e influenza. I migliori
risultati sembra siano ottenuti prendendo 1-1,5 grammi al giorno di
propoli ogni giorno, osservando una pausa di una settimana ogni tre
o quattro mesi per evitare che l’organismo si abitui troppo alla
propoli.
Artrite. I dolori muscolari rappresentano uno
degli utilizzi più popolari della propoli a conferma delle
sue proprietà analgesiche e anti-infiammatorie. La cura
prevede di prendere il propoli per uso interno sotto forma di
tintura, capsule o pasticche oppure, usare pomate o pomate da
applicare sulle parti infette.
Asma e bronchite. Esiste una lunga tradizione
trattare i problemi respiratori con la propoli: inibisce il
processo infiammatorio tipico dei disturbi respiratori. Il propoli
dovrebbe essere preso appena si sospetta un raffreddore o
un’infezione, il trattamento dovrebbe durare almeno tre giorni.
Scottature. Le ustioni minori possono essere
trattate con varie pomate, unguenti, tinture e spray a base di
propoli. Se si usa una tintura meglio una a base di propoli e miele
piuttosto che a base alcolica.
Problemi dentali. Nel trattamento delle
infiammazioni delle gengive e delle mucose orali, la tintura di
propoli favorisce la cicatrizzazione delle ferite e, come
collutorio, rinfresca l’alito.
Disordini gastrointestinali. Contro nausea,
bruciori di stomaco, disappetenza, iperacidità e
ipoacidità sono necessarie 20 gocce di tintura di propoli
molto diluita in acqua calda, presa a intervalli regolari (tre
volte al giorno) durante il giorno.
Faringiti/laringiti e mal di gola. Il trattamento
può avvenire in una varietà di modi. Oltre a
rivestire la gola do propoli si consiglia di fare gargarismi con
una soluzione di tintura di propoli e acqua calda e di inghiottire
la soluzione.
Problemi cutanei. Contro psoriasi, eczema, acne,
ecc…in questo caso si usano pomate a base propolica (verificare
con test cutaneo se esistono allergie al prodotto),
contemporaneamente si può prendere il propoli per uso
interno.


Sonia Tarantola

Bibliografia:
James Fearnley, Propoli, l’antibiotico naturale, Macro
Edizioni

Articoli correlati