Putin guida la sua prima auto ibrida

Fervido appassionato d’auto e tecnologia, il primo ministro della Russia Vladimir Putin guida la sua prima auto ibrida benzina-elettrica.

Putin guida la sua prima auto ibrida ; circa 5 chilometri, la distanza tra la sua residenza a Novo-Ogaryovo e la casa di Medvedev a Gorki .

Anche nella patria delle mastodontiche Uaz sovietiche, della
GazProm, del carbone e del petrolio pare farsi strada l’idea
dell’auto ibrida.

L’iniziativa è del miliardario Mikhail Prokhorov, che ha
affermato di voler portare la Russia nell’era della competizione
tecnologica delle auto a basse emissioni. Il prototipo si chiama
Yo-mobile. “Ho espresso personalmente il desiderio e la
curiosità di provare una Yo-mobile – ha dichiarato Putin –
per andare da Dmitry Anatolievich (Medvedev), anche per
mostrargliela… Sperando che, a causa della mia guida sportiva,
non si cappotti in curva!”.

La macchina ha un motore rotativo e per immagazzinare energia ha
batterie agli ioni di litio con ultra-capacitatori, un pacchetto
tecnologico in linea con tutti i più moderni modelli di
vetture ibride in commercio. Prokhorov afferma che la Yo-mobile
entrerà in produzione per la seconda metà del 2012,
si stima per una produzione intorno alle 10.000 unità
all’anno.

L’auto ha consumi dichiarati di 3,5 l/100 km e un costo sul mercato
locale di 450.000 rubli (circa 12.000 euro). Putin ama apparire in
pubblico dietro a un volante. Da capo del governo aveva
sovvenzionato con milioni di dollari la boccheggiante industria
automobilistica sovietica. Gran parte degli aiuti di stato sono
andati alla preistorica AvtoVaz, produttrice tra l’altro delle
Lada. S’è reso protagonista anche di gesti d’immagine,
guidando una Lada Kalina gialla fiammante per 2.000 km dalla
Siberia verso l’Est, e di recente ha provato una Formula 1 della
Renault, azionista della AvtoVaz.

Articoli correlati