Quanto è pulita la tua auto ?

Quanto è pulita la tua auto?

Sono una ventina le case automobilistiche più blasonate,
quelle che l’anno scorso hanno venduto più di 150.000
vetture in Europa. E che insieme coprono circa il 90% del mercato
Ue.

Ma finora solo 5 si sono impegnate attivamente per
abbattere le emissioni di anidride carbonica
. Stando
ai dati del 2005, la Fiat conduce la “gara” di
Kyoto
con una media di 139g/km, tallonata dalle
francesi Citroen e Renault. A seguire Ford e Peugeot, che sono
quasi sulla buona strada.

Male le giapponesi: Mazda, Suzuki e Nissan sono agli ultimi
posti. E anche i modelli ibridi della Toyota non le sono valsi
più di un settimo posto, perchè ciò che conta,
in definitiva, è l’efficienza dell’intera flotta.

A rivelarlo è uno studio della Transport &
Environment, una lobby ambientalista con sede a Bruxelles. Che per
la prima volta ha svelato i dati sulle emissioni di Co2 marchio per
marchio.

Emissioni che sono direttamente legate al consumo di carburante:
le
auto più “pulite”
sono le più
efficienti. Ad esempio: se una vettura emettesse nell’aria 120g/km,
potrebbe percorrere 100km con 5 litri di benzina (o 4.5 di
diesel).

Nel 1998 i produttori europei (ACEA), giapponesi (JAMA) e
coreani (KAMA) si sono impegnati con la Commissione Ue per
abbassare le emissioni di Co2 fino a 140g/km nel giro di 10 anni.
Ormai mancano solo 2-3 anni al traguardo, ma solo 5 case
automobilistiche sono sulla buona strada.

Nel frattempo sono aumentate le emissioni dovute ai
trasporti,
che sono la pecora nera di Kyoto: dal 21%
nel 1990 al 28% nel 2004. E se l’industria non dovesse mantenere
l’impegno, Bruxelles ha già annunciato che ricorrerà
ad una legge “abbatti-emissioni”.

A differenza di Stati Uniti (California in testa), Cina e
Giappone, l’Europa è l’unica grande regione economica a non
avere una legge sull’efficienza dei veicoli. Come sottolinea il
rapporto della T&E.
Ce la facciamo a non rimanere indietro?

Articoli correlati