Quanto sono verdi gli aeroporti di Milano?

Compensazione delle emissioni di CO2, risparmio energetico, promozione di carburanti alternativi. SEA, il gruppo che gestisce il sistema aeroportuale milanese, punta alla salvaguardia dell’ambiente.

L’ultima iniziativa in ordine cronologico è
la creazione di un programma di incentivi per le compagnie che,

utilizzando il biocherosene
, effettuano voli
da e per gli scali milanesi. È infatti notizia recente che

KLM e Lufthansa
, ad esempio, hanno entrambe
effettuato voli commerciali utilizzando miscele di
biocarburanti e cherosene
convenzionale.

“Attualmente la
principale fonte di inquinamento
nel nostro
settore nasce proprio dalla movimentazione degli aeromobili” ha
dichiarato Giuseppe Bonomi, Presidente di SEA. “In questi anni – ha
aggiunto – sono stati fatti notevoli passi avanti per
ridurre le emissioni di CO2
. In questa prospettiva stiamo
sviluppando un piano incentivi che possa sostenere l’impegno dei
vettori con il fine di velocizzare il passaggio dai carburanti
tradizionali a quelli bio”.

Tutte le grandi compagnie europee stanno sperimentando nuovi
carburanti. Infatti secondo l’International Air
Transport Association
(IATA), il 6% dei carburanti
tradizionali sarà sostituito da
biocarburanti entro il 2020
, con un effetto di
riduzione pari a 20 milioni di tonnellate di CO2 all’anno.

Questo non è tutto. Da quanto si può leggere
dall’ultimo
rapporto di sostenibilità
, pubblicato dalla
Società che gestisce gli scali milanesi, le azioni volte
allo sviluppo sostenibile sono varie e articolate in tutti i
settori di intervento.

Lo scorso anno entrambi gli aeroporti hanno
raggiunto la neutralità
in termini di emissioni di CO2
, sia tramite azioni
dirette, sia grazie all’acquisto dei cosidetti “carbon credits”,
ovvero certificati relativi alle tonnellate di CO2 rilasciate in
atmosfera.

Entrambi gli aeroporti sono alimentati con

impianti di trigenerazione
, in pratica
impianti in grado di produrre energia elettrica, calore e
raffrescamento allo stesso tempo, grazie ad un maggior
rendimento nella combustione
e quindi con un notevole
risparmio energetico.

Per quanto riguarda la mobilità, SEA ha da poco inaugurato
un servizio di
car sharing elettrico
in collaborazione con la Regione
oltre ad aver potenziato la linea ferroviaria che
collega Malpensa a Milano.

Volendo dare dei numeri nel 2010 la società a partecipazione
comunale ha ridotto di
9.660 tonnellate le emissioni di CO2
in
atmosfera rispetto al 2009 e ha ridotto il consumo
energetico di 9.600 MWh
, pari al consumo energetico di una
cittadina di 10.000 abitanti.

Certo gli ultimi sono giorni di accese
discussioni
, soprattutto legate al potenziamento dello
scalo di Malpensa
, dove è in progetto la
realizzazione di una terza pista. Progetto al quale si
oppongono strenuamente i cittadini
dei comuni limitrofi,
le associazioni ambientaliste e l’ente
Parco del Ticino
. Si temono infatti, oltre a
una consistente perdita di naturalità del territorio (si
parla di 300 ettari di bosco), anche un consistente aumento
dell’inquinamento ambientale dovuto principalmente agli aeri,
già documentato negli scorsi anni da istituzioni e
magistratura.

 

Articoli correlati