Quello sparo all’alba. “L’hanno ucciso”

Hanno sparato a Jj1. Hanno ucciso l’orso bruno. Le colpe? Aver sbranato qualche pecora.

La sua ferocia è stata dimostrata dal fatto di aver
ucciso alcune pecore e un po’ di polli. Non importa che noi, intesi
come esseri umani, per l’aviaria di polli ne abbiamo bruciati vivi
milioni, o che di agnelli per la Pasqua ne vengano sacrificati
altrettanti milioni; non importa che i macelli siano stati creati
da noi: il mostro era Jj1, ossia l?orso
ribattezzato affettuosamente Bruno
.

Non si capisce dove finisca l?immaginario collettivo
dell?orsetto di peluche che dorme pacifico tra le braccia di tutti
i bimbi del mondo, quando smetta di essere l?orso Yoghi che fugge
con i cestini del pic-nic per trasformarsi nella
bestia feroce che va assolutamente eliminata
.

Certo il rischio era che
Jj1
dopo aver fatto ?razzia? di bestie, cominciasse a
volersi mangiare anche qualche bambino. Si vede che Jj1 pensava che
i bambini tedeschi fossero più succulenti di quelli
italiani, memore, chissà, della storia che mamma orsa gli
aveva raccontato, quando era ancora cucciolo, di Hänsel e
Gretel.

La verità è che come nel libro di Gabriel Garcia
Marquez, Cronaca di una morte annunciata, si sapeva che Jj1 avrebbe
fatto quella triste fine.

Alcuni avevano addirittura suggerito l?orrenda
possibilità, quando ancora si parlava di una cattura
incruenta, che magari, data la ferocia, si poteva portare allo zoo
di Berlino. Beh, lì almeno avrebbe trovato un degno compagno
di merende, l?orso Juan, che qualche anno fa aveva guadato il fosso
della sua gabbia, aveva rubato una bicicletta e aveva cominciato a
scappare, ma suo malgrado era stato prontamente fermato e
risbattuto dietro le sbarre della sua triste prigione a vita.
Forse, avrebbero potuto rubare un tandem insieme questa volta, e
mettere in atto una vera e propria fuga per la libertà!

Ma non è andata così, anche se il ministro
bavarese Werner Schnauppauf all?arrivo di Jj1 in Germania, gli
aveva dato il suo benvenuto; ora, non ci si poteva immaginare
davvero che il benvenuto fosse prese a fucilate!

Nessuno, né animalisti, né ministri, né
esperti, è riuscito a fermare la voglia di uccidere.

E già la morte di Jj1 ha creato business: magliette,
gadgets vari, portachiavi, foto.

Persino l?ultimo elicottero della Forestale si chiamerà

Orso Bruno
.

Ma la realtà è che Jj1 non potrà più
calpestare i sentieri montani delle nostre Alpi, però in
compenso potrà correre nelle ?verdi praterie? dove nessuno
potrà più fermarlo.

Jj1 rimarrà per sempre nel ricordo di chi aveva creduto
di
poterlo salvare
, aveva sperato che invece di godersi
freschi bagnetti nel lago tedesco per mandare via la canicola
estiva ritornasse sui suoi passi e ritornasse indietro, a casa sua,
dove era benvoluto.

Eppure Jj1 qualcosa doveva averla intuita, perché a
differenza dei primi giorni in cui si faceva vedere spesso, aveva
cominciato ad infrattarsi sempre più in alto, sempre
più sulle cime, aveva in pratica cominciato a ritagliarsi un
suo spazio naturale senza molestie, tanto da scatenare una vera e
propria battuta di caccia.

Non è riuscito a catturarlo vivo chi anelava a questo
happy ending, ma il killer che ha premuto il micidiale grilletto
per ben due volte, che subito dopo ha convocato una conferenza
stampa, è scomparso (le autorità ne coprono
l?identità) perché qualcuno gli ha giurato vendetta
per Jj1.

E? stato l?uomo a cercare Bruno, a ucciderlo, dimostrando, ma
non ce ne era bisogno, che è dell?uomo che bisogna avere
davvero paura. Come diceva Woody Allen, ?I cattivi hanno
sicuramente capito qualcosa che i buoni ignorano?.

Jj1 faceva parte del progetto ?Life Ursus?, un nostro modo per
riscattarci, forse, dalla morte e disperazione che l?essere umano
ha portato da sempre in tutto il mondo animale. L?orso era
scomparso per via dell’indiscriminata caccia a cui era stato
sottoposto. In Germania, erano 170 anni che non si vedeva
più un plantigrado, ma evidentemente loro non sentono il
bisogno di alcun riscatto etico.

Quello che ci rende felici, è che Jj2, il fratello di Jj1
, è vivo ed è lui e tutti gli orsi come lui che
adesso abbiamo il dovere di salvaguardare.

Jj1, alias l?orso Bruno, è stato ucciso alle ore 4,50 del
giorno 26 giugno 2006. Il permesso di abbattimento in Baviera
sarebbe dovuto scattare solo il giorno dopo.

Addio Jj1 in corpo, benvenuto Jj1 in spirito.

Daniela
Bellon

Articoli correlati