Infezioni virali secondo l’antica medicina cinese

Pur essendo malattie relativamente leggere e che si risolvono generalmente da sole, l’approccio orientale riserva ad esse un posto importante nella diagnosi e nel trattamento, soprattutto negli anziani e nei bambini.

L’antica medicina cinese guarda a queste malattie in maniera
differente dalla medicina occidentale, secondo la quale esse sono
dovute a infezioni virali del tratto respiratorio superiore.

Sia il raffreddore che l’influenza corrispondono a un’invasione di
Vento esterno, il fattore climatico patogeno che per primo
aggredisce l’organismo nei primi stadi della malattia.

Fermarne il progredire nelle fasi iniziali ed eliminarlo il
più precocemente possibile è importante soprattutto
per bambini ed anziani, nei quali queste patologie possono
sviluppare anche serie conseguenze.

Il ripetersi frequente di malattie dell’apparato respiratorio
può infatti indebolire o causare un danno agli organi
Polmoni ed un loro conseguente deficit energetico. Questi organi,
secondo la teoria medica orientale, gestiscono la cosiddetta
energia difensiva, o Wei Qi, per cui un loro disequilibrio rende
precaria la naturale capacità di reazione
dell’organismo.

Le infezioni delle vie respiratorie sono molto frequenti nei
bambini per il fatto che la loro energia difensiva (wei qi)
è ancora debole e insufficiente a proteggerli dalle
aggressioni esterne. E’ il polmone che, ancora immaturo
energeticamente, non fornisce abbastanza energia difensiva;
pertanto una sua ripetuta compromissione non fa che indebolire
ulteriormente l’organo cui spetta il compito di fornire i
principali strumenti di difesa.

Questo è uno dei motivi per cui, secondo la medicina
orientale, è estremamente importante prevenire nei bambini
queste infezioni le quali oltretutto, se non curate, possono
portare anche alla formazione di catarri e di flegma, o
umidità condensata, potenzialmente dannosa alla Milza,
organo che nei bambini è sottoposto ad un incredibile
lavoro, legato alla trasformazione del cibo in funzione della
crescita.

Loredana
Filippi

Articoli correlati