Schiume da barba come rasoi

Ecco alcuni consigli per barba, dopobarba schiume da barba e carezze a prova di… bacio. In piena naturalità

Sapevate che nelle schiume da barba normali può esserci
plastica disciolta? Che gli schiumogeni non fanno bene? Che
unguenti e creme di sintesi possono contenere sostanze
indesiderabili?

Ebbene, ecco come farsi pelo e contropelo e stare bene,
naturalmente.

Pre-barba
Le lozioni prebarba hanno il
compito di idratare e ammorbidire i peli della barba, nonché
preparare la pelle.
Non dimentichiamo le proprietà lubrificanti, antiossidanti e
quindi lenitive dell’olio
(extravergine) d’oliva
e dell’olio
di mandorle
– tant’evvero che si trovano come
ingredienti in molti cosmetici bio.
Un consiglio personale? Puro
burro di karitè
. E’ bello solido, se ne usa
pochissimo ed è efficacissimo: lo propone, nella sua forma
più pura, senza additivi né glicerine o acqua, I
Provenzali.

La rasatura
Per ammortizzare il taglio e
fluidificare lo scorrimento delle lame, il buon vecchio sapone dei
barbieri sarebbe più che sufficiente.
Il sapone classico è grasso vegetale solidificato, a di
più
tradizionale e… casalingo
.
Sono in commercio ottimi fluidi con ingredienti certificati bio,
come la crema da barba Evan Bartolomew, che contiene olii,
aloe
,
miele
e polline.
Fluidshave di Lizofarm è a base di oli
essenziali
di lavanda, eucalipto, vetiver ed estratto
di aloe vera. 2 o 3 gocce bastano a creare a contatto con l’acqua
un film lubrificante tra lama e pelle (coì le lamette durano
di più); gli estratti vegetali hanno un’azione lenitiva. E
non serve più il dopobarba, perché agisce anche come
aftershave idratante e rinfrescante.

Dopobarba
Il Duchesco offre un dopobarba analcolico antirughe. I Serafini
offrono, bio, sia la schiuma da barba che una stimolante acquadry
dopobarba. Carpe Diem un biodopobarba cremoso e uno analcolico.
FitoCose ottime lozioni dopo barba al profumo di sandalo e uno al
vetiver, nonché un tonico all’aloe e all’azulene.

Articoli correlati