Rigoberta Mench

L’iniziativa “Vento e Sole”

L’idea: portare l’energia elettrica in un’area del Guatemala che ne
è ancora priva.

Energia pulita, però. Il progetto è costruire una
centrale solare e eolica nel villaggio di Chimel in Guatemala (dove
è nata la Menchù). Un impianto a basso impatto
ambientale, che fornirà l’energia di cui c’è
così tanto bisogno. Senza però stravolgere e
inquinare il territorio e rispettando la natura e la cultura delle
popolazioni locali, diretti discendenti dei Maya, molto, molto
orgogliosi delle tradizioni ataviche e del rapporto con la
natura.

Oltre a portare a Chimel una tecnologia pulita, il progetto
comprende anche la creazione di canali di comunicazione via
Internet, una rete che consentirà la conoscenza reciproca e
la collaborazione tra gli abitanti del villaggio che favorisca
l’amicizia tra popoli e culture differenti. Così i
navigatori e coloro che vorranno contribuire al progetto con una
donazione di vedere i progressi grazie a una web-cam puntata sui
“lavori in corso”. Una pagina Web aggiornata in tempo reale,
invece, darà conto delle offerte ricevute e dai soldi spesi.
Per saperne di più, www.capitanoultimo.it.

Indietro

Articoli correlati
L’Oscar dell’ecologia a un italiano

Rossano Ercolini, fondatore del movimento Rifiuti Zero, è un insegnante elementare di 56 anni di Capannori, in provincia di Lucca. Dal 1976 si batte per sensibilizzare la popolazione sui rischi dell’incenerimento dei rifiuti e sulla loro corretta gestione. Oggi ha vinto l’Oscar dell’ecologia.

Mercalli, cultura e buonsenso non bastano più

L’anno appena concluso è stato l’annus horribilis per il clima. Il più caldo di sempre (da quando si misura la temperatura) negli Usa, l’ondata di caldo eccezionale in Australia e di freddo in India, l’ultimo uragano che si è abattuto sulla coste atlantiche degli Usa.