Rimedi naturali

I rimedi della nonna

Curare i malati con gli antichi rimedi “della nonna”, anziché utilizzare i farmaci tradizionali. È la strada intrapresa da alcuni ospedali in Germania,

Curare i malati con gli antichi rimedi “della nonna” come impacchi di formaggio e senape, corteccia di salice, semi di lino e camomilla, anziché utilizzare i farmaci tradizionali. È la strada intrapresa da alcune strutture ospedaliere in Germania. Nell’ospedale di orientamento antroposofico di Herdecke (nei pressi di Dortmund) i pediatri curano le polmoniti dei bambini con impacchi di quark (un tipico formaggio tedesco simile allo yogurt), impacchi di senape, inalazioni di camomilla o vapori di timo.

“Talvolta potrebbero persino sostituire gli antibiotici”, sottolinea il primario pediatrico Alfred Langler, secondo il quale l’esperienza storica è già una prova della loro efficacia e vale quanto la conoscenza scientifica. Anche alla clinica Charitè di Berlino, i dottori trattano i pazienti che hanno l’intestino irritato con semi indiani di psillio e infusi di camomilla, mitigano l’artrite del ginocchio con estratto di corteccia di salice, sanguisughe e impacchi di cavolo.

“Basta guardare la richiesta che hanno i rimedi naturali per accorgersi che hanno ancora uno spazio importante”, osserva Michael Teut della Charitè, che poi aggiunge: “Molti rimedi naturali, se applicati, permetterebbero al sistema sanitario di molti paesi di risparmiare sui costi”. I rimedi della nonna considerati più efficaci sono il brodo di pollo contro il raffreddore, il sacco di fieno caldo per alleviare i dolori, senza dimenticare i chiodi di garofano contro il mal di denti.

Articoli correlati