Lo spam vinto da Bill Gates. E lui risparmia energia. Tanta

La Digital Crime Unit di Microsoft, in collaborazione con diverse agenzie anticrimine federali, è riuscita a intercettare e spegnere la più grande rete di spam al mondo, Rustock.

Come risultato
il colosso dell’informatica che fa capo a Bill
Gates
– uno che di iniziative sociali se ne intende –
è riuscito a “riconsegnare” alla rete elettrica americana 33
terawattora di energia che prima erano usati dalla rete di computer
“fuorilegge” per chiedere a miliardi di persone in tutto il mondo
se volevano apportare “cambiamenti” più o meno credibili e
significativi al proprio fisico…

 

Il network Rustock
sfruttava fino a 2 milioni di computer per inviare 30 miliardi di
email spam al giorno. Spegnendo questa rete criminale, Microsoft
è riuscita a ridurre di circa il 40 per cento le “mail
spazzatura” a livello mondiale.

 

Il successo, come anticipato, non è solo informatico.
Rustock usava (e quindi sprecava) una quantità enorme di
energia elettrica: 33 miliardi di chilowattora avendo un forte
impatto negativo sull’ambiente, oltre che sulla
casella di posta di ognuno di noi.

Secondo il rapporto
The Carbon Footprint of Spam
del McAfee Resource
Center 33 terawattora è l’energia sufficiente a soddisfare
il fabbisogno di 2,4 milioni di case.

Articoli correlati