Rock Files: Bobby McFerrin

“Don’t worry, be happy…”. Bobby McFerrin non si è accontentato di essere il primo e unico artista a raggiungere la vetta in classifica con un pezzo esclusivamente vocale.

Oggi, a 60 anni suonati, Bobby McFerrin non finisce di
stupire.

bobby mcferrin

Sempre associato al suo più grande successo, quella Don’t
Worry Be Happy in grado di coniugare un semplice ma efficace
messaggio universale a una melodia accattivante, McFerrin non si
è accontentato di essere il primo e unico artista a
raggiungere la vetta in classifica con un pezzo esclusivamente
vocale…

Articoli correlati
Rock Files Live! Black lives matter

La puntata di Mercoledì 29 luglio dei Rock Files Live! di LifeGate Radio è Black lives matter, interamente dedicata alla musica nera.

Come nasce un mito del prog

Passano pochi mesi e a Jon Anderson viene chiesto di entrare ufficialmente nella band che con la nuova formazione cambia anche il nome: i Mabel Greer’s Toyshop diventano gli Yes.

Il paracadute dei Coldplay

Chris come cantante, che si occupa occasionalmente anche del pianoforte, Jon al basso, Guy alla chitarra e Will alla batteria, nascono nel ’98 i Coldplay.

Cass & Moonie

A metà anni 60, Mama Cass accetta l’invito di John Phillips e dà vita alla vocal band più suggestiva della West Coast: The Mamas & The Papas,

Un esordio da Incubus

Dopo vari cambi di nome, hanno scelto di chiamarsi Incubus. Non hanno ancora la patente e cercano ingaggi in posti il più possibile vicino a casa.