Rock Files: Irving Stowe e Greenpeace

40 anni fa, il 16 ottobre 1970 al Pacific Coliseum di Vancouver, Irving Stowe, un ex-avvocato di Providence, Rhode Island, organizza un concerto benefico…

…per finanziare la coraggiosa azione del gruppo di ecologisti che
capeggia (il comitato Don’t Make A Wave) che vuole fermare gli
esperimenti nucleari che il governo americano sta compiendo a nord
dell’Alaska, nell’isola di Amchitka.

Per farlo, Irving Stowe e i suoi amici hanno deciso di noleggiare una
barca a vela, sfidare il divieto dell’esercito americano e
sciropparsi 4000 chilometri di navigazione pur di giungere nelle
vietatissime acque che circondano Amchitka, proprio dove è
stata fatta esplodere (“con successo”, come recita il comunicato
stampa della US Navy) una bomba atomica 400 volte più
potente di quella sganciata da Enola Gay a Hiroshima.

Ma servono 18.000 dollari per pagare il noleggio del veliero
Phyllis Cormack …

All’appello del Don’t Make A Wave Committee rispondono in
tanti: sono infatti almeno 10.000 le persone che hanno acquistato
il biglietto (3 dollari) pronte ad accogliere con entusiasmo, sul
palco della più importante arena per concerti del British
Columbia, la rock band canadese Chilliwack, il folksinger impegnato
Phil Ochs e la coppia musicale più cool del momento: quella
formata da James Taylor e Joni Mitchell.

 

Oggi quell’evento è documentato da un doppio cd,
pubblicato da Greenpeace Canada. Da Vancouver, abbiamo al telefono
Barbara Stowe, la figlia di Irving Stowe che all’epoca aveva 14
anni ed era presente al concerto.

 

Articoli correlati