Rock Files Today – 03 Luglio – David Bowie

Oggi, 3 Luglio 1973 – Londra Sul palco dello Hammersmith Odeon, David Bowie sta per concludere l’ennesimo concerto di un tour trionfale: 60 show per 40 date fitte, fitte.


Oggi, 3 Luglio 1973
Londra
Sul palco dello Hammersmith Odeon, David Bowie (nei panni di “Ziggy
Stardust”, il marziano sceso sulla terra per salvare il pianeta con
un messaggio di pace e amore) sta per concludere l’ennesimo
concerto di un tour trionfale: 60 show (matinée inclusi) per
40 date fitte, fitte.
Allo Hammersmith, ha suonato anche ieri sera: si trattava di
recuperare due concerti originariamente previsti a Earl’s Court e
poi cancellati.
Dopo l’ultima canzone in scaletta, a sorpresa, Bowie si avvicina al
microfono e annuncia: “di tutti gli show di quest’anno, questo
è quello che ci ricorderemo più a lungo”, dice, “non
solo perché è l’ultimo spettacolo del tour, ma
perché questo è il nostro ultimo concerto”.
La notizia colpisce profondamente il pubblico in sala, che
rumoreggia.
E subito inizia a rimbalzare sulle agenzie di stampa.
“David Bowie si ritira dalle scene”, titolano l’indomani i
quotidiani della capitale inglese.
In realtà, non è così.
Quello che va in pensione non è Bowie, bensì il suo
alter ego, Ziggy Stardust.
Ci sono almeno due teorie, al proposito.
Una che sostiene che la Rca, la casa discografica dell’artista
inglese, non avesse intenzione di sopportare gli elevatissimi costi
dello spettacolo The Rise And Fall Of Ziggy Stardust (And His
Spiders From Mars) in quella che sarebbe dovuta essere la
tournée americana.
La seconda, invece, la rivela lo stesso Bowie, qualche anno
dopo.
“Ero stanco di essere protagonista in un modo così
clamoroso.
In quel periodo non ero solo il centro dell’attenzione, ero il
fulcro di tutto.
Non ne potevo più, avevo bisogno di riposo fisico e
mentale”.

Articoli correlati