Rock Files Today – 06 Dicembre – Altamont Raceway

Oggi, 6 Dicembre 1969 – Livermore, nord della California L’Altamont Raceway è un circuito automobilistico minore che ospita gare di speedway. Oggi, però, sembra essere una sorta di Woodstock californiana.


Oggi, 6 Dicembre 1969
Livermore, nord della California
L’Altamont Raceway è un circuito automobilistico minore che
ospita gare di speedway. Oggi, però, sembra essere una sorta
di Woodstock californiana.
Già, perché quello che, a qualche mese di distanza
dai fasti della prima 3 giorni di pace, amore & musica, doveva
soltanto essere un grande concerto dei Rolling Stones è ben
presto diventato un Festival vero e proprio.
Oltre agli Stones, infatti, gli organizzatori hanno invitato
Santana, Jefferson Airplane, Flying Burrito Brothers e Crosby,
Stills, Nash & Young.
L’evento avrebbe dovuto svolgersi al Golden Gate Park di San
Francisco ma poi i responsabili cittadini hanno negato il permesso.
E così, si è dovuti ripiegare su questa strana
location, due ore a nord dalla città della baia, in un luogo
semisconosciuto e poco adatto ad ospitare un raduno di così
grandi proporzioni.
Alle difficoltà logistiche, alla mancanza di sanitari e ai
problemi di cibo e bevande si aggiunge quello della security. Gli
organizzatori hanno ingaggiato gli Hell’s Angels, la gang di bikers
un tempo vicina alla comunità hippie ma che, da un paio
d’anni, si è segnalata per gravi episodi di violenza.
Il palco, troppo basso e senza adeguata protezione, già
favorisce le intemperanze di alcuni scalmanati tanto che nel set
dei Jefferson Airplane Marty Balin viene alle mani con uno
spettatore.
Ma il clou giunge durante il set dei Rolling Stones.
Meredith Hunter, 18enne di colore sotto gli influssi della droga,
è troppo agitato. Continua a battibeccare con alcuni Hell’s
Angels sino a che, ad un certo punto, estrae una pistola.
Immediatamente attaccato, viene accoltellato cinque volte e
scalciato dai bikers inferociti.
Meredith Hunter muore prima ancora di essere trasportato in
ospedale.
Alan Passaro viene identificato come colpevole ma, dopo il processo
nel 1972, viene scagionato per “legittima difesa”.
Durante l’accoltellamento, documentato nel film Gimme Shelter, gli
Stones stavano suonando Under My Thumb, uno dei brani più
celebri di Aftermath. Altamont rimarrà il capitolo
più nero della loro lunga storia.

Articoli correlati
Rock Files Live! presenta: Lou, this is for you

Lunedì 13 gennaio prima puntata dell’anno per i Rock Files Live. Ezio Guaitamacchi e LifeGate presentano “Lou, this is for you”, una serata dedicata a uno degli artisti più importanti della storia del rock.

Rock Files Live! Alberto Radius

Nuovo appuntamento con i Rock Files Live! Sul palco del Memo Restaurant Music Club, ospite di Ezio Guaitamacchi, lunedì ci sarà Alberto Radius.

Rock Files Live! presenta L’Orage

Sul palco del Memo Restaurant Music Club lunedì per la puntata di Rock Files Live! L’Orage, che presenteranno il loro primo disco ufficiale L’Età dell’Oro.