Rock Files Today – 07 Marzo – Phil Spector

Oggi, 7 Marzo 1966 – Hollywood, CaliforniaNei prestigiosi studi di registrazione Gold Star, all’angolo tra Vine Street e il Santa Monica Boulevard, stanno per iniziare le session della nuova creazione di Phil Spector.


Oggi, 7 Marzo 1966
Hollywood, California
Nei prestigiosi studi di registrazione Gold Star, all’angolo tra
Vine Street e il Santa Monica Boulevard, stanno per iniziare le
session della nuova creazione di Phil Spector.
Il “mago dei suoni” ha da poco messo sotto contratto (per la sua
casa discografica, la Philles) la coppia più energica e
spumeggiante della black music, quella formata da Ike & Tina
Turner.
Phil Spector, soggetto eccentrico ed egocentrico, ha fatto le cose
a modo suo: ha tirato fuori, in contanti, 20.000 dollari ma ha
preteso che Ike Turner (musicista sopraffino ma decisamente
ingombrante) non prendesse parte alle session e, soprattutto, non
mettesse bocca sulla produzione.
Ecco perché, oggi, Tina ai Gold Star si presenta da
sola.
Spector, con l’aiuto di Jeff Barry e Ellie Greenwich ha scritto un
brano (River Deep – Mountain High) che sembra cucito su misura per
lei, per la sua vocalità sensuale e ne pure ha messo a punto
un arrangiamento ricco e pomposo. Un tipo di orchestrazione che lui
stesso ha battezzato “Wall Of Sound”, un muro del suono.
Solo per registrare le basi del pezzo, Spector ha investito 22.000
dollari.
Ma River Deep – Mountain High entra nella storia.
Non tanto per il testo, banale e discutibile in cui si paragona
l’affetto di una donna per il suo uomo a quello che un bimbo prova
per un cucciolo o per il suo bambolotto preferito; nemmeno per i
risultati commerciali perché il brano viene considerato
“troppo bianco per il pubblico della musica black, e troppo nero
per le stazioni radio che trasmettono il rock”; diventa, invece,
un paradigma dal punto di vista musicale. L’impeccabile produzione
di Spector, le sue formidabili doti di arrangiatore e inventore di
nuovi suoni fanno epoca come ha testimoniato in quei giorni George
Harrison che di River Deep – Mountain High: ha dichiarato: “una
registrazione perfetta, dall’inizio alla fine”.

Articoli correlati
Rock Files Live! presenta: Lou, this is for you

Lunedì 13 gennaio prima puntata dell’anno per i Rock Files Live. Ezio Guaitamacchi e LifeGate presentano “Lou, this is for you”, una serata dedicata a uno degli artisti più importanti della storia del rock.

Rock Files Live! Alberto Radius

Nuovo appuntamento con i Rock Files Live! Sul palco del Memo Restaurant Music Club, ospite di Ezio Guaitamacchi, lunedì ci sarà Alberto Radius.

Rock Files Live! presenta L’Orage

Sul palco del Memo Restaurant Music Club lunedì per la puntata di Rock Files Live! L’Orage, che presenteranno il loro primo disco ufficiale L’Età dell’Oro.