Rock Files Today – 08 Novembre – Jim Morrison

Oggi, 8 Novembre 1970 Los Angeles, California Nel giorno del suo 27° compleanno, Jim Morrison registra alcune delle sue poesie. Le bobine vengono custodite da John Haeny, il fonico che ha seguito le registrazioni…


Oggi, 8 Novembre 1970
Los Angeles, California
Nel giorno del suo 27° compleanno, Jim Morrison registra alcune
delle sue poesie. Le bobine vengono custodite da John Haeny, il
fonico che ha seguito le registrazioni.
Nell’autunno del 1978, 7 anni dopo la morte di Jim e 5 dopo
l’ufficiale scioglimento della band, Ray Manzarek, Robbie Krieger e
John Densmore (iciò che resta di The Doors) decidono di
riunirsi per registrare alcune basi strumentali (sia brani inediti
che rivisitazioni dei classici del gruppo californiano) per
accompagnare proprio quei versi scritti e recitati dal Re
Lucertola.
An American Prayer esce il 17 novembre nei negozi di tutta
l’America e fa subito clamore. Ai Doors sopravvissuti si è
unito anche il fotografo Frank Lisciandro, amico e biografo di Jim.
E’ lui che aiuta Manzarek, Krieger e Densmore a recuperare altro
materiale di spoken word come, ad esempio, spezzoni del
film/documentario The Highway, ideato e diretto da Morrison o
alcuni momenti rubati nel corso di qualche jam session.
Il produttore storico del gruppo, Paul Rotchild, si dichiara subito
contrario al progetto e boccia pure il risultato finale. Sostiene
che Morrison avesse inciso quelle poesie per allontanarsi dai Doors
e non certo per dare alla band l’occasione di metterci sotto la
loro musica. Al contrario, come accompagnamento ai suoi versi, Jim
aveva in mente brani di musica classica.
Il pubblico, invece, sembra non attendere altro.
An American Prayer diventa in breve l’album di parlato più
venduto nella storia della moderna discografia.

Articoli correlati