Rock Files Today – 12 Marzo – James Taylor

Oggi, 12 Marzo 1948 – Boston, Massachussets Al Massachussets General Hospital (dove lavora suo marito, il Dr. Isaac Taylor) Gertrude Woodard, ex-soprano, dà alla luce il suo secondo figlio, James Taylor.


Oggi, 12 Marzo 1948
Boston, Massachussets
Al Massachussets General Hospital (dove lavora suo marito, il Dr.
Isaac Taylor) Gertrude Woodard, ex-soprano, dà alla luce il
suo secondo figlio, James Taylor.
Quando James ha tre anni, i suoi genitori si trasferiscono nella
campagna di Carrboro, North Carolina, vicino alla scuola di
medicina dell’Università in cui il Dr. Taylor insegna e
opera. Tutte le estati vanno a Martha’s Vineyard, l’esclusivo
isolotto al largo della penisola di Cape Cod.
James trascorre la sua fanciullezza in bucolica tranquillità
e impara a suonare prima il violoncello e poi la chitarra. A lui
piacciono, indistintamente, gli inni battisti, le canzoni
tradizionali natalizie e i brani folk di Woody Guthrie. Su questo
repertorio sviluppa il suo stile unico di suonare che risente
(nell’uso delle armonie con i bassi) degli studi sul violoncello.
Mentre frequenta la scuola media incontra Danny Kortchmar, un
coetaneo di New York che, anche lui, suona molto bene la chitarra e
al quale piacciono blues e folk.
I due iniziano a fare cose insieme.
“La voce di James”, ricorda Kortchmar, “è sempre stata molto
particolare e io ne ho immediatamente apprezzato il timbro. Lui poi
ha un talento naturale nel fraseggio …”.
Dopo aver messo in piedi una band con Alex Taylor, il fratello
maggiore di James, i due si separano ma ben presto il giovane James
entra in uno stato depressivo. Ricoverato nel celebre ospedale
psichiatrico di McLean, dopo quasi un anno di cure, viene dimesso.
Appena uscito, si reca a New York per ritrovare Danny Kortchmar,
metter su una nuova band (The Flying Machine) e tentare una chance
nel music business. Ma succede ben poco e James entra presto nel
tunnel della droga. Poi, prova a fuggire.
Nel 1967 è a Londra dove suona da solo.
Qui incontra Peter Asher (ex-pop star ora direttore artistico della
Apple Records, la casa discografica dei Beatles) che lo prende in
simpatia. Mentre i Fab Four registrano il loro leggendario White
Album, James fa le session per il suo disco di debutto. Tra le
canzoni scelte, la leggendaria prima versione di un brano che
ricorda la sua fanciullezza (Carolina In My Mind) in cui Paul
McCartney suona il basso e (pur non accreditato nelle note di
copertina) anche George Harrison dà una mano sulla
chitarra.

Articoli correlati
Rock Files Today – 03 Novembre – Carly Simon e James Taylor

Oggi, 3 Novembre 1972 – New York CityNel piccolo appartamento di Carly Simon, al numero 33 della 33esima strada East, a Manhattan si celebrano le nozze dell’avvenente cantante ed ereditiera (suo padre (suo padre è il signor Simon, la metà di Simon & Schuster, uno dei maggiori colossi editoriali d’America) con il songwriter di maggior successo del momento, James Taylor.

Le canzoni più belle dell’estate 2020 secondo LifeGate Radio

Per chi non avesse la possibilità di ascoltare LifeGate Radio in FM oppure online ecco una playlist con le canzoni che ci terranno compagnia durante questa estate. La lista sarà aggiornata periodicamente quindi provate a ripassare. La trovate anche su Spotify, sul nostro profilo LifeGate Radio.