Rock Files Today – 14 Aprile – Loretta Webb

Oggi, 14 Aprile 1935 – Van Lear, Kentucky Nella frazione di Butcher Hollow, nasce Loretta Webb, la seconda degli otto figli della coppia formata Clara Marie e da Melvin Ted Webb…


Oggi, 14 Aprile 1935
Van Lear, Kentucky
Nella frazione di Butcher Hollow, nasce Loretta Webb, la seconda
degli otto figli della coppia formata Clara Marie e da Melvin Ted
Webb. Nelle vene della mamma scorre un misto di sangue irlandese e
cherokee mentre il padre (un tipo tosto della zona delle
Appalachian Mountain) fa il minatore.
La vita è dura per tutti i Webb ma in modo particolare per
la piccola Loretta: deve badare lei alla casa mentre il padre
è in miniera e la mamma sta dietro ai suoi fratelli e alle
sue sorelle. Ci sono anche gli animali della fattoria: insomma,
lì a Butcher Hollow, in quella comunità rurale di
un’America sperduta, non c’è tempo per i divertimenti.
Lo sa bene anche Oliver Vanetta Lynn, che gli amici chiamano
Doolittle o Mooney perché, alla miniera, lui preferisce il
“moonshine”, il whisky illegale distillato di nascosto, al chiaro
di luna.
Doolittle convince Loretta a fare una pazzia: il 10 gennaio 1948,
quando lei non ha ancora compiuto 13 anni, i due si sposano con
l’idea di fuggire il più lontano possibile da Van Lear e
dalla zona dei minatori.
Loretta e Doolittle fanno, uno dopo l’altro, quattro figli. Ma
questo non impedisce a lei di coltivare la sua grande passione
segreta: la musica country.
Per i suoi 18 anni, Loretta riceve dal marito la sua prima
chitarra. Canta lei e cantano i suoi bambini e, quasi per gioco,
nel giro di qualche anno, si ritrova sul palcoscenico del Ryman
Auditorium di Nashville. Lì, si svolge il Grand Ole Opry, lo
show radiofonico più seguito e popolare d’America. A Loretta
Lynn bastano un paio di apparizioni alla radio per far saltare il
banco: nel 1960 lei è la donna numero uno della country
music.
Il successo di Loretta Lynn diventa addirittura clamoroso negli
anni 70, sino all’inizio degli anni 80. Poi, quando la sua immagine
sembra leggermente in declino, ci pensa Hollywood a rivalutarla:
Sissy Spacek interpreta il suo ruolo nel film Coal Miner’s
Daughter, la figlia del minatore, tratto dall’autobiografia di
Loretta. Diretta da Michael Apted, la Spacek vince anche l’Oscar
come miglior attrice. Riscoperta da kd lang nel corso degli anni
90, Loretta nel 2004 diventa una sorta di Johnny Cash al femminile.
Si occupa di lei il suo più grande fan, Jack White dei White
Stripes. Jack produce Van Lear Rose, gioiello acustico sfavillante,
che rende immortale il mito di Loretta Lynn.

Articoli correlati
Rock Files Live! presenta: Lou, this is for you

Lunedì 13 gennaio prima puntata dell’anno per i Rock Files Live. Ezio Guaitamacchi e LifeGate presentano “Lou, this is for you”, una serata dedicata a uno degli artisti più importanti della storia del rock.

Rock Files Live! Alberto Radius

Nuovo appuntamento con i Rock Files Live! Sul palco del Memo Restaurant Music Club, ospite di Ezio Guaitamacchi, lunedì ci sarà Alberto Radius.

Rock Files Live! presenta L’Orage

Sul palco del Memo Restaurant Music Club lunedì per la puntata di Rock Files Live! L’Orage, che presenteranno il loro primo disco ufficiale L’Età dell’Oro.