Rock Files Today – 16 Aprile – MC5

Oggi, 16 Aprile 1969. Gli avvocati della Elektra Records prendono una decisione che era nell’aria da qualche tempo: decidono di rescindere il contratto che li lega alla rock band MC5. Gruppo protopunk di anarchici rivoluzionari, gli MC5…


Oggi, 16 Aprile 1969.
Gli avvocati della Elektra Records prendono una decisione che era
nell’aria da qualche tempo: decidono di rescindere il contratto che
li lega alla rock band MC5. Gruppo protopunk di anarchici
rivoluzionari, gli MC5 (acronimo di Motor City Five, perché
il quintetto viene da Detroit, capitale americana dell’auto) hanno
come manager e “guida spirituale” John Sinclair, uno degli
intellettuali più “radical” degli States.

E’ lui che ha creato il movimento delle Pantere Bianche (un
gruppo rivoluzionario con gli stessi principi d’azione delle Black
Panthers afroamericane) e che vede gli MC5 come megafono delle sue
idee.

Sinclair e gli MC5 sono una scheggia impazzita della scena rock:
assolutamente ingestibili, nel dicembre del 1968 registrano un
formidabile live album al Grande Ballroom di Detroit.

Lo vogliono intitolare come il grido di battaglia con il quale
sono soliti cominciare i loro concerti: Kick Out The Jams,
Motherfuckers (Niente più regole, figli di puttana!) La
Elektra è assolutamente contraria all’uso del termine
Motherfucker in copertina. Jac Holzman, presidente della compagnia,
dice che in questo modo intere catene di grandi magazzini, come
Hudson’s, si rifiuterebbero di commercializzare l’album.

Gli MC5 accettano ma (a insaputa della casa discografica)
comprano una pagina pubblicitaria sul quotidiano di Detroit nella
quale (oltre al volto del cantante Rob Tyner) campeggia la scritta:
Vaffanculo Hudson’s! Ci aggiungono il logo della Elektra.
Risultato: Hudson’s ritira dai suoi punti vendita tutti i dischi
con il marchio Elektra. A quel punto Jac Holzman non ha scelta.
Chiama i suoi avvocati e gli intima di licenziare gli MC5.

I quali, per altro, se ne fregano e procedono imperterriti nel
loro percorso artistico e barricadero. Kick Out The Jams, infatti,
passa alla storia come uno degli album più tonici, efficaci
e rivoluzionari della storia del rock.

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Articoli correlati
Rock Files Live! Black lives matter

La puntata di Mercoledì 29 luglio dei Rock Files Live! di LifeGate Radio è Black lives matter, interamente dedicata alla musica nera.

Come nasce un mito del prog

Passano pochi mesi e a Jon Anderson viene chiesto di entrare ufficialmente nella band che con la nuova formazione cambia anche il nome: i Mabel Greer’s Toyshop diventano gli Yes.

Il paracadute dei Coldplay

Chris come cantante, che si occupa occasionalmente anche del pianoforte, Jon al basso, Guy alla chitarra e Will alla batteria, nascono nel ’98 i Coldplay.

Cass & Moonie

A metà anni 60, Mama Cass accetta l’invito di John Phillips e dà vita alla vocal band più suggestiva della West Coast: The Mamas & The Papas,

Un esordio da Incubus

Dopo vari cambi di nome, hanno scelto di chiamarsi Incubus. Non hanno ancora la patente e cercano ingaggi in posti il più possibile vicino a casa.