Rock Files Today – 20 Maggio – James Brown

Oggi, 20 Maggio 2003 Columbia, South Carolina Ha aspettato tanto tempo ma oggi, finalmente, è arrivata la sospirata lieta novella: James Brown, il “padrino del Soul”…

Oggi, 20 Maggio 2003
Columbia, South Carolina
Ha aspettato tanto tempo ma oggi, finalmente, è arrivata la
sospirata lieta novella: James Brown, il “padrino del Soul”,
è stato perdonato dalla Corte Suprema per tutti i crimini
compiuti in passato nello Stato della South Carolina.
“Dio benedica l’America”, dichiara alla stampa un raggiante Brown,
in quei giorni, splendido 70enne.
“Oggi, per me, è una grande giornata. Mi auguro che questo
perdono mostri ai giovani d’America la bellezza morale del loro
paese”.
Quindi, citando il titolo di una delle sue più famose
canzoni urla a squarciagola:
“I feel good… (mi sento benissimo)”.
Solo un paio di anni prima, James Brown aveva tentato di ottenere
la cancellazione dei suoi crimini ma senza successo. Il che avrebbe
significato che Brown sarebbe stato scagionato da qualsiasi tipo di
conseguenze legali.
Nel 1988, James Brown aveva dovuto scontare due anni e mezzo di
prigione dopo una condanna per possesso di droga e di violenza a
pubblico ufficiale.
Era stato arrestato dopo un inseguimento incredibile avvenuto sulla
Intestate 20, proprio sul confine tra Georgia e South Carolina.
La storia privata del “padrino del Soul”, prima e dopo gli episodi
del South Carolina, è ricca di episodi controversi.
Stavolta, gli va bene. Anche perché il dipartimento di
“Pardon and Parole” dello Stato riceve dalle 2 alle 300 richieste
di perdono l’anno di cui solo il 55% vengono accolte.

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Articoli correlati
Rock Files Live! Black lives matter

La puntata di Mercoledì 29 luglio dei Rock Files Live! di LifeGate Radio è Black lives matter, interamente dedicata alla musica nera.

Come nasce un mito del prog

Passano pochi mesi e a Jon Anderson viene chiesto di entrare ufficialmente nella band che con la nuova formazione cambia anche il nome: i Mabel Greer’s Toyshop diventano gli Yes.

Il paracadute dei Coldplay

Chris come cantante, che si occupa occasionalmente anche del pianoforte, Jon al basso, Guy alla chitarra e Will alla batteria, nascono nel ’98 i Coldplay.

Cass & Moonie

A metà anni 60, Mama Cass accetta l’invito di John Phillips e dà vita alla vocal band più suggestiva della West Coast: The Mamas & The Papas,

Un esordio da Incubus

Dopo vari cambi di nome, hanno scelto di chiamarsi Incubus. Non hanno ancora la patente e cercano ingaggi in posti il più possibile vicino a casa.