Rock Files Today – 28 maggio – Creedence Clearwater Revival

Oggi, 28 Maggio 1969 Nello stesso giorno in cui la mente del gruppo John Fogerty compie 24 anni, anche l’Inghilterra si accorge della forza della rock band californiana dei Creedence Clearwater Revival…


Oggi, 28 Maggio 1969
Nello stesso giorno in cui la mente del gruppo John Fogerty compie
24 anni, anche l’Inghilterra si accorge della forza della rock band
californiana dei Creedence Clearwater Revival. Un loro brano, la
spumeggiante Proud Mary, raggiunge i primi posti delle classifiche
del Regno Unito.

Nati a El Cerrito, nel nord della California alla fine degli
anni 50, i Creedence impiegano quasi dieci anni prima di sfondare.
Inizialmente sono un trio formato da compagni di scuola: John
Fogerty, voce e chitarra, Stu Cook al basso e Doug Clifford alla
batteria. A loro si aggiunge il fratello maggiore di Fogerty, Tom,
anch’egli chitarrista e cantante. Con il nome di The Golliwogs
firmano, nel 1964, il loro primo contratto con la Fantasy Records,
l’etichetta di Berkeley specializzata nel jazz che però si
sta accorgendo che San Francisco, in quegli anni, sta iniziando a
propagare nel mondo nuove vibrazioni.

Molto diversi dai gruppi hippie della Bay Area, Fogerty &
Co. sembrano avere una passione particolare per la musica della
Louisiana, per i ritmi caldi del Sud degli States, per i riff di
chitarra rock blues. Inoltre, al contrario delle improvvisazioni
delle band psichedeliche, prediligono il formato canzone. “Ma
dovete cambiarvi il nome”, gli suggerisce Saul Zaentz,
plenipotenziario della Fantasy, “The Golliwogs è poco
rock”.

E così i quattro membri della band s’inventano una nuova
sigla: Creedence (in onore del loro amico Credence Nuball),
Clearwater (per sottolineare la loro consapevolezza ecologista ante
litteram) e Revival (a testimonianza del nuovo impegno dei 4 con il
vecchio sodalizio).

Zaentz approva. E gongola quando, uno dopo l’altro, i brani dei
Creedence balzano in vetta alle classifiche.

Articoli correlati
Rock Files Live! presenta: Lou, this is for you

Lunedì 13 gennaio prima puntata dell’anno per i Rock Files Live. Ezio Guaitamacchi e LifeGate presentano “Lou, this is for you”, una serata dedicata a uno degli artisti più importanti della storia del rock.

Rock Files Live! Alberto Radius

Nuovo appuntamento con i Rock Files Live! Sul palco del Memo Restaurant Music Club, ospite di Ezio Guaitamacchi, lunedì ci sarà Alberto Radius.

Rock Files Live! presenta L’Orage

Sul palco del Memo Restaurant Music Club lunedì per la puntata di Rock Files Live! L’Orage, che presenteranno il loro primo disco ufficiale L’Età dell’Oro.