Rock Files Today – 30 Giugno – Tragedia a Roskilde

Oggi, 30 Giugno 2002 Roskilde, Danimarca. Sull’Orange stage, il palco principale di uno dei Festival più grandi, belli e longevi del vecchio Continente, si stanno esibendo i Pearl Jam…


Oggi, 30 Giugno 2002
Roskilde, Danimarca.
Sull’Orange stage, il palco principale di uno dei Festival
più grandi, belli e longevi del vecchio Continente, si
stanno esibendo i Pearl Jam.

Sono più di 50.000 i giovani presenti. Per colpa di un
sistema di amplificazione carente, si stanno tutti pericolosamente
avvicinando al palco.

Resosi conto della situazione, dopo circa 45 minuti di concerto,
Eddie Vedder (front man e leader della band di Seattle) interrompe
la sua performance chiedendo ai ragazzi di non spingersi e di
evitare la calca.

Anzi, invita tutti a indietreggiare.
Sfortunatamente, il suo appello giunge in ritardo.
Il fango presente nel luogo del concerto rende il terreno
scivolosissimo.

E’ un attimo: decine di ragazzi cadono a terra e vengono
travolti dal parapiglia generale. Molti sono letteralmente
calpestati Otto di loro (svedesi, danesi, tedeschi e olandesi)
muoiono soffocati. Una nona persona, un australiano, si spegne il 5
luglio in ospedale.

Quando la notizia della tragedia diventa di pubblico dominio, il
concerto viene sospeso e anche i gruppi che avrebbero dovuto salire
dopo i Pearl Jam (Oasis e Pet Shop Boys) decidono di cancellare il
loro show in segno di lutto.

Nei giorni successivi, ci sono roventi polemiche da parte dei
media che attribuiscono colpa morale alla Polizia danese e accusano
i Pearl Jam di aver eccitato troppo gli animi dei presenti.

La band di Vedder si dissocia totalmente e (dopo aver cancellato
numerosi concerti della loro tournée) rimane a disposizione
degli inquirenti.
L’incidente di Roskilde segna per lungo tempo l’attività
live dei Pearl Jam.

Eddie Vedder, al proposito, scrive un brano bellissimo (Love
Boat Captain) in cui ci sono una citazione esplicita al pezzo dei
Beatles All You Need Is Love e la malinconica frase Lost 9 friends
we’ll never know … abbiamo perso 9 amici che non conosceremo
mai dedicata ai loro fan scomparsi nell’incidente di Roskilde.

Articoli correlati
Le canzoni più belle dell’estate 2020 secondo LifeGate Radio

Per chi non avesse la possibilità di ascoltare LifeGate Radio in FM oppure online ecco una playlist con le canzoni che ci terranno compagnia durante questa estate. La lista sarà aggiornata periodicamente quindi provate a ripassare. La trovate anche su Spotify, sul nostro profilo LifeGate Radio.