Arance rosse… non sempre di Sicilia!

Rosse di Sicilia: anche fra le arance l’apparenza inganna. Ma le arance rosse, coltivate esclusivamente nell’isola, maturano soltanto a dicembre.

Non tutte quelle che vengono spacciate come prelibate arance della
terra del sole sono infatti tali, per cui fidarsi delle offerte e
delle promozioni puo’ risultare a volte rischioso.

A denunciare la cosa è l’Unione nazionale consumatori,
portando il caso del ‘menu mattina’ (caffe’ e cornetto, più
una spremuta di “arance rosse di Sicilia”), proposto da ottobre in
alcuni bar e soprattutto in alcune aree di sosta autostradali.

Ma le arance rosse, coltivate esclusivamente nell’isola, maturano
soltanto a dicembre ed è quindi molto difficile trovarle nei
mesi autunnali. In realtà, la spremuta servita è di
arance bionde, per lo più provenienti dalla Spagna, se non
addirittura dalla Turchia e dal Sud Africa. Dalla Spagna a volte
sono solo di passaggio, in quanto vi transitano giusto per
acquisire una (falsa) origine europea.

Inoltre, avverte l’associazione, si tratta spesso di arance piccole
e vecchie, trattate con cere costituite da composti chimici nocivi
alla salute, ma adatti ad allungare la vita delle arance tenendole
a riparo da muffe e marciumi. Per tale motivo se ne riforniscono
soprattutto bar e punti di ristoro, che pagano per tali tipi di
frutta un prezzo molto inferiore rispetto alla media.

Articoli correlati