Qi gong. Salute benessere efficacia

La pratica dello Shaolin mon-Jiseido

La pratica del qi gong è direttamente ricollegabile al
concetto di salute. Letteralmente qi gong significa arte del
respiro e consiste fondamentalmente nell’attivare i principali
canali neuro-muscolari del corpo (i meridiani dell’agopuntura) per
arrivare a percepire e mobilizzare la propria energia (qi).
Movimenti ed esercizi del Jisei-qi gong sono stati appositamente
studiati per favorire una migliore circolazione sanguigna
periferica e far lavorare e rafforzare tutte le articolazioni del
corpo.

Con il tai qi di Sintesi e la danza dell’energia si entra invece
nella sfera del benessere. Lo studio del kata del tai qi di
Sintesi, delle singole posizioni e dei movimenti, l’esecuzione
fluida e armonica della danza dell’energia è caratterizzato
da un’estrema lentezza, dall’utilizzo di tutto il corpo
nell’esecuzione di ogni movimento, dal riuscire a muoversi
mantenendo un costante controllo del proprio equilibrio e dell’asse
centrale del corpo. Corpo e spirito si attivano all’unisono,
armonicamente. E a questa sensazione di equilibrio, che si
conquista pian piano, che è collegabile il concetto del
benessere.

Yi quan e tai qi stile Chen offrono gli strumenti tecnici
essenziali per la ricerca dell’efficacia. Questa ricerca implica la
pratica del combattimento, inteso come confronto non sportivo e
momento fondamentale per verificare concretamente il livello della
propria tecnica e della sensibilità nel percepire
l’avversario.

L’efficacia è intesa in due modi distinti e complementari:
da un lato una sempre migliore applicazione delle tecniche e dei
colpi studiati con il confronto reale con un avversario; dall’altro
una continua evoluzione del modo di praticare per adattarlo
all’età e al proprio corpo in modo che, col passare del
tempo, non porti a traumi e scompensi fisici.

Articoli correlati
Kumite: il combattimento del karate

Sono stati prodotti numerosi film dedicati al karate, risse e vendette consumate a suon di colpi “della gru”, improbabili ometti urlanti con fasce colorate sulla fronte e avvolti in bizzarri kimono dorati.

Kihon: le tecniche di base

Durante il kihon si migliora la propria resistenza, si acquisisce velocità nell’esecuzione, si rafforza lo spirito combattivo e si apprende come utilizzare le molte “armi” del nostro corpo.

La camminata

Molti corsi iniziano inserendo sin dalle prime ore “la camminata”. Eseguita al rallentatore consente un allenamento muscolare presente quasi esclusivamente in questa disciplina.

Praticare Tai Chi Chuan

Il Tai Chi Chuan fa parte della medicina cinese, insieme al Qi Gong, all’agopuntura, al Tui Na (massaggio) e a molte altre pratiche terapeutiche, porta la persona a percepire il proprio mondo interno in relazione all’universo in cui viviamo.