Sequenze di memoria

Un avvincente giallo di uno dei migliori scrittori italiani del genere.

Un uomo, il suo paese. L?acqua limpida e la terra umida. Gli
animali. Incontri nella natura. Degli amici. L?infanzia,
l?adolescenza. L’ idillio.

Ma poi tutto cambia.
Il paese e la sua natura vengono deturpati da un?industria chimica
che continua ad arrecare danni al paesaggio e agli uomini.

Dopo molti anni Ricotta torna al suo paese. Questo paese
mutato, lasciato da adolescente col proposito di non tornare
più.
E questa volta non si tratta certamente di una vista di piacere: il
suo amico d?infanzia, Gianni, si è suicidato. Forse. O
è stato ucciso? O è stato costretto a darsi la
morte?

Ricotta vuole indagare, scoprire le motivazioni della tragedia.
E per farlo non avrà solo bisogno del presente, ma del
viluppo dei ricordi chiari e sbiaditi che riaffioreranno alla sua
mente e in quella degli altri.
Avrà bisogno degli abitanti del luogo, chi più, chi
meno disponibile al dialogo. Di documenti. Di rivelazioni.

Un avvincente giallo di uno dei migliori scrittori italiani del
genere.
Un altro romanzo della bella collana Verdenero di Edizioni
Ambiente, che col pretesto della narrazione denuncia i temi
scottanti dell?attualità e ?quel giro di soldi e potere
che ruota intorno alla speculazione sull?ambiente?.

Non solo per lo svago della lettura e il piacere del groviglio
del giallo, ma per crearsi un osservatorio più consapevole
del mondo in cui stiamo vivendo.


Silvia Passini

Articoli correlati
Balene. Scacco al capitano Achab!

Nonostante la moratoria internazionale alla caccia alle balene, ogni anno migliaia di cetacei muoiono, uccisi dalle baleniere, come accade nel celebre romanzo di Melville. Ma qualcosa sta per cambiare.

Equitazione e bambini

Uno sport utilissimo per la crescita psico-motoria del bambino. Il rapporto con il pony sviluppa anche il senso della responsabilità e dell’amicizia con l’animale.

Jorge Amado. Cibo da leggere

“Queste sciocche trovano puzzolente la cipolla: che ne sanno loro di aromi puri? A Vadinho piaceva mangiare la cipolla cruda, e il suo bacio sapeva di fuoco”. Jorge Amado – Dona Flor e i suoi due mariti.

Gatto. Il Ragdoll

Nasce negli anni ’60 in California (Usa). La sua totale fiducia nell’uomo lo porta a rilassarsi completamente e ad abbandonandosi proprio come una bambola di pezza (Rag-doll).