Sette per sette

Domenico Giannini Editore

“Scrivere per il cinema vuol dire supportare l’immagine,
scrivere per il teatro, amplificare la sonorità e il
movimento degli attori. Scrivere un libro è molto diverso”
risponde l’autore di questo “spazio indisciplinato dove tutto
può accadere e accade”.

“Sette per sette” è un geniale tour de force
di personaggi, stile e intelligenza. Un thriller avvincente in cui
sesso, fede, anarchia e misticismo, scrivono insieme la trama
inquieta dell’uomo contemporaneo. Un riscatto da dogmi e
verità immutabili, un incontro con il divino tanto
dissacrante quanto reale, come la passione che incatena il
protagonista a Lady L., l’inquietante regina della lussuria che,
insieme ai suoi compagni, lo accoglierà e guiderà
nella trappola di un misterioso castello, trasformandolo in un
killer.

Da costruttore di parole per il teatro, il cinema, la tv, ad
autore di questo thriller, scritto 12 anni fa e venuto alla luce
solo ora, per quella fortunata consonanza di tempi, di ritrovo con
un editore amico e con la voglia di raccontare la storia
incredibile di un uomo ‘comune’ nella saga interminabile degli
eroi. Un’opera “corrosiva e inaspettata”, che oscilla tra
l’incuiriosire il lettore, disarmandolo per condurlo verso un
finale singolare e inquietante.

 

Articoli correlati