Soia bandita dagli alimenti per bambini

Campagna Amica, il periodico della Coldiretti, ha segnalato la decisione della Plasmon di sostituire la soia con il riso nei prodotti per i bambini.

“Nessuno è più in grado di escludere la contaminazione accidentale della soia, neppure seguendo le precauzioni più attente”, spiega Gianpaolo Ricci, marketing manager della società. A questo è dovuta la decisione della Plasmon di sostituire addirittura l’ingrediente, le proteine della soia, con quelle idrolizzate del riso.

Il riso è il cereale con il minor potenziale allergenico ed il processo di idrolisi enzimatica consente di ridurre ancor di più il rischio.

Le proteine del riso inoltre, sono qualitativamente superiori a quelle di ogni altro cereale perché contengono i 18 aminoacidi da cui dipende il regolare metabolismo umano. La presenza di acido oleico infine, assicura a questo latte un’elevata digeribilità.

Articoli correlati