Il solare in Germania senza incentivi

In Germania il taglio degli incentivi per evitare aumenti nelle bollette ha ridotto le installazioni di impianti fotovoltaici del 66 per cento.

Questo record, il terzo di fila, è stato raggiunto
nonostante il taglio agli incentivi voluto dal governo di Angela
Merkel per evitare nuovi aumenti della bolletta elettrica delle
famiglie tedesche. Il calo degli incentivi ha ridotto le installazioni
del 66 per cento
nel quarto trimestre del 2012 rispetto allo
stesso periodo dell’anno precedente, ma oltre l’80 per cento dei
nuovi impianti era stato realizzato già nei primi nove
mesi.

 

Questi dati, forniti dal ministero dell’Ambiente tedesco e dal
Bundesnetzagentur (l’Agenzia federale per
l’elettricità, il gas e le telecomunicazioni), smentiscono
le stime del governo che avevano previsto un massimo di 3.500 nuovi
megawatt fotovoltaici nel 2012 proprio a causa del taglio agli
incentivi.

 

Nel 2013 gli aiuti economici saranno pari a circa 20,4
miliardi di euro e le nuove stime del ministro dell’Ambiente Peter Altmaier (nella
foto piccola) vanno da 4.000 a 4.500 megawatt di nuova potenza
fotovoltaica installata. Oggi la Germania gode di quasi 32 gigawatt
di elettricità prodotta grazie al sole.

Articoli correlati