Speciale: Gestire lo stress

Un approccio di educazione o “rimodellamento adattivo” dell’abilità di rilassamento compromessa da stati di stress protratto eo malattie è fondato su due elementi caratteristici.

Molte sono le condizioni che possono determinare momenti di stress
intensivo eo periodi di stress cronico in grado di alterare la
naturale abilità di rilassamento del nostro organismo, e
quindi il suo potenziale di salute, efficienza e benessere.
Una più o meno temporanea malattia o invalidità, una
dipendenza o il tentativo di liberarsi dalla medesima,
l’invecchiamento, il cambio repentino ed indesiderato di condizioni
ambientali (clima, inquinamento), di lavoro o di progetto di
vita… tutti fenomeni ormai ampiamente e variamente diffusi nel
nostro tempo.

Lo stress può essere definito eu-stress quando è
significato positivamente per chi lo vive, e in questi casi viene
senz’altro meglio sopportato, ma se supera un certo limite, al pari
del di-stress dotato di significato palesemente negativo, comporta
un disturbo ed una progressiva disabilitazione della
capacità di rilassamento fisiologico…pensiamo ai molti
professionisti che devono imparare a dosare il proprio
coinvolgimento nelle loro attività, che per quanto ed
aggiungo in quanto affascinanti comportano un elevato grado di
stress, dotato prevalentemente di significato positivo ma alla
lunga di effetto logorante (pensiamo a certi sport, o professioni
come il chirurgo od il pilota d’aereo..).

Un approccio di educazione o “rimodellamento adattivo”
dell’abilità di rilassamento compromessa da stati di stress
protratto eo malattie è fondato su due elementi
caratteristici:

  • la comunicazione efficace, l’arte di riuscire a trasmettere in
    modo utile e significativo un messaggio pratico.
  • la regolazione volontaria dello stato di tensione muscolare e
    del ritmo ventilatorio, comportanti la possibilità di
    influire coscientemente sulla propria respirazione e quindi sul
    proprio stato fisiologico.

Comunicare
efficacemente

Regolare il
respiro

a cura di
Andrea Luridiana

Articoli correlati
Le citazioni più belle per sempre #3

Le citazioni che LifeGate quotidianamente pubblica sulla sua pagina Facebook sono scelte da libri (veri), antologie, racconti, romanzi e dialoghi di film.

Lo scienziato felice

Per trovare il nostro pensiero non dobbiamo seguire i condizionamenti sociali, ma rimetterli in discussione. Ci sono due tipi di arte: quella che genera piacere e quella che genera felicità.

Balene. Scacco al capitano Achab!

Nonostante la moratoria internazionale alla caccia alle balene, ogni anno migliaia di cetacei muoiono, uccisi dalle baleniere, come accade nel celebre romanzo di Melville. Ma qualcosa sta per cambiare.

Equitazione e bambini

Uno sport utilissimo per la crescita psico-motoria del bambino. Il rapporto con il pony sviluppa anche il senso della responsabilità e dell’amicizia con l’animale.