Spesa sostenibile e a basso impatto? Ora si può

In provincia di Ravenna è stato inaugurato un nuovo punto vendita. Un diverso modo di fare la spesa: risparmio energetico, prodotti di stagione e locali, mobilità sostenibile.

Inaugurato a Conselice, in provincia di Ravenna, l’ecosupermercato di Coop Adriatica. Il punto vendita InCoop, che sorge in un’area industriale dismessa oggi recuperata, copre circa 550 metri quadri e vedrà impiegate 18 persone.

 

La struttura

Progettato seguendo i dettami della bioedilizia, il nuovo punto vendita risparmierà complessivamente il 40% di energia rispetto ai supermercati di recente costruzione, grazie ad una pompa di calore geotermica, ma grazie anche al recupero del calore di scarto dei frigoriferi, riutilizzato per scaldare l’acqua sanitaria.

 

 

Interessante la soluzione adottata per il tetto: realizzata con la tecnologia “cool roof”, presenta un sistema di recupero delle acque piovane che saranno utilizzate per le cassette dei servizi igienici e per innaffiare le aree verdi esterne.

 

La luce interna sarà poi garantita da una rete di camini solari, che permetterà alla luce solare di espandersi all’interno del negozio, e da una linea di lampade ad alta efficienza a LED.

 

La spesa sostenibile

Prodotti biologici, locali e di stagione. Il cliente è accompagnato verso una spesa consapevole e, perché no, legata al territorio in cui vive. Non solo alimentari: anche i prodotti di cartoleria, le stoviglie usa e getta, le lampade a risparmio energetico, i detergenti a base di tensioattivi vegetali (ammorbidente, sapone piatti, lavatrice e delicati) venduti sfusi tramite un distributore, avranno tutti una connotazione eco.

 

 

All’uscita, chi vorrà potrà spacchettare i prodotti e lasciare in un apposito banco gli imballaggi che ritiene superflui. E all’esterno del punto vendita ci si potrà rifornire di acqua da una fontanella che eroga acqua pubblica, naturale e frizzante.

 

Sarà possibile raggiungere il supermercato utilizzando tranquillamente la bici, grazie ad una pista ciclabile che collega il punto vendita al centro del paese; per chi è dotato di mezzi elettrici, invece, potrà ricaricarli dalle colonnine, poste in prossimità dell’ampia pensilina fotovoltaica.

 

Considerando poi che il negozio sarà alimentato esclusivamente da energie rinnovabili, l’impatto ambientale
misurato in termini di CO2 sarà praticamente nullo.

Articoli correlati