Succhi di frutta bio e a Impatto Zero

Le aziende Tetra Pak e Confruit G si uniscono per il lancio di un nuovo prodotto. I succhi da agricoltura biologica Vivi G BioSanafrutta a Impatto Zero.

Questa volta la motivazione dell’unione non è da
ricercarsi solo da un punto di vista commerciale, in cui la Tetra
Pak fornisce il packaging del prodotto e Confruit G il succo.
Insieme hanno deciso di fare qualcosa di più per l’ambiente:
di investire nel progetto Impatto Zero®, che
contribuirà alla creazione e tutela di foreste in crescita
per compensare l’emissione di CO2 necessaria per la
produzione del prodotto.

Tetra Pak è una multinazionale svedese leader mondiale
nel campo degli imballaggi per gli alimenti liquidi nata negli anni
’50. Oggi il motto è “Tetra Pak protegge la
bontà”.
Per questo motivo, ogni contenitore è costruito proteggendo
l’ambiente lungo tutto il suo ciclo di vita: dal miglior utilizzo
delle materie prime, all’impatto della trasformazione, alle
modalità di distribuzione più razionali e infine alle
potenzialità di recupero e riciclo del prodotto.
Insieme al consorzio Comieco, Tetra Pak ha l’obiettivo di
comunicare l’ambiente come valore di riferimento coinvolgendo
istituzioni, scuole, pubbliche amministrazioni ed enti che
gestiscono la raccolta differenziata. Tetra Pak è convinta
che oggi sia necessario esser leader a livello ambientale e profeta
di sviluppo sostenibile.

Confruit è un’azienda italiana, la cui missione è
produrre e commercializzare alimenti innovativi di elevato livello
qualitativo che rispettino ambiente e salute, tenendo in
considerazione i principi di equità sociale e qualità
ambientale. Sin dal 1960, Confruit ha posto la massima attenzione
alla qualità dei propri prodotti, escludendo il ricorso ad
alimenti derivati da Organismi Geneticamente Modificati e
selezionando solo la frutta migliore proveniente da agricoltura
biologica.
La linea Vivi G Bio Sanafrutta è il frutto dell’impegno
costante di Confruit G in un progetto globale di
sostenibilità ambientale e tutela del consumatore, dalla
coltivazione della frutta alla lavorazione, dalla scelta del
packaging alla distribuzione.

Articoli correlati