SunWeek: energie rinnovabili

“L’Italia sta vivendo una fase molto dinamica nel settore del fotovoltaico e potrebbe collocarsi al secondo posto in Europa dopo la Germania nell’utilizzo di questa tecnologia”, secondo il direttore del Siar.

Questa è stata un’importante occasione per far conoscere e
sviluppare le applicazioni dell’energia solare. Una fonte su cui le
regioni italiane stanno promuovendo interventi di sostegno alla
diffusione anche con l’erogazione di incentivi per l’installazione
di pannelli fotovoltaici sia presso le abitazioni civili e le
imprese che presso gli Enti Pubblici.
“L’Italia sta vivendo una fase molto dinamica in questo settore –
spiega l’ingegnere Gianni Silvestrini, Direttore Siar, del Ministero
dell’Ambiente e Tutela del Territorio – per cui tra il 2002 e il
2003 si prevede un incremento di potenza solare pari a 25-30 MW, un
valore che porrebbe l’Italia al secondo posto in Europa dopo la
Germania nell’utilizzo di questa tecnologia”.

Anche il settore eolico è in forte espansione. Attualmente
l’Italia è al sesto posto nel mondo, con circa 500 MW eolici
installati. Anche in questo caso i programmi di incentivazione del
Governo saranno l’occasione per un forte impegno in un settore che
sarà decisivo nei prossimi decenni.

Gli impianti che utilizzano fonti energetiche rinnovabili, come
quelli solari fotovoltaici ed eolici, hanno registrato nel triennio
1999-2001 tassi di crescita che hanno raggiunto valori
rispettivamente del 39% e del 35%.

Infine, per contrastare l’inquinamento prodotto dagli scarichi
degli autoveicoli, ecco presenti mezzi non inquinanti ed
eco-compatibili: veicoli elettrici e solari che ridisegneranno le
politiche e le tecnologie attuali della mobilità urbana.

 

Articoli correlati