Trasparenze al LifeGate Café

E’ la sua seconda mostra al Life Gate Café che ama per la simpatia di Ugo e per il buon cibo.

Pietro Maurizio Dal Borgo, dopo aver fatto studi accademici in Scenografia Teatrale,
l’artista fa un paio di stagioni come aiuto scenografo al Festival
dei Due Mondi a Spoleto ma viene poi rapito dall?Advertising, dove
diventa direttore creativo, poi creativo free-lance e quindi
consulente di comunicazione.

Nel frattempo si è sempre dedicato alla pittura (alcuni
suoi quadri si trovano in collezioni private) ma ora la pittura
è il suo lavoro.

Ha vissuto a Venezia (è veneziano di origine), Firenze,
Roma, Bologna, Milano ma ama spostarsi e potreste facilmente
incontrarlo in una strada di Londra, in una piazzetta parigina o al
Macba di Barcellona. E? la sua seconda mostra al Life Gate
Café che ama per la simpatia di Ugo e per il buon
cibo.

Articoli correlati