Best practice

Trasporti: la notte porta risparmio

Sapete che il settore dei trasporti in Europa

Una di queste è GEFCO, impresa che si occupa di trasporti
internazionali e che fa parte del gruppo PSA
Peugeot-Citröen.
Abbiamo sentito Andrea Corbetta, Responsabile Sviluppo Logistica di
GEFCO, per farci spiegare le azioni di riduzione che sta mettendo
in atto l?azienda, tra cui il servizio In-night.

Cosa fa GEFCO per l’ambiente?

Stiamo lavorando per cercare di ridurre le nostre emissioni:
GEFCO ad esempio è il primo operatore delle autostrade del
mare, e in più è il secondo proprietario di carri
ferroviari dopo le ferrovie tedesche.
Dal 2006, inolte, abbiamo aderito all’Accordo Quadro sulla
Responsabilità sociale, siglato dal gruppo PSA
Peugeot-Citröen. Questo accordo ci ha portato a sviluppare dei
servizi, come la distribuzione In-night, che permette di ridurre di
molto la CO2 prodotta.

Quali sono stati i risultati ottenuti finora con il
trasporto In-night?

Con il trasporto In-night riusciamo a risparmiare circa 5
quintali e mezzo di anidride carbonica al giorno. Questo
perché i mezzi girano più facilmente di notte,
c’è meno traffico. L’impatto è anche sugli altri
veicoli, che si trovano a fare i conti con meno mezzi pesanti
durante il giorno.
E poi le faccio un altro esempio: quest’anno abbiamo certificato un
impianto di logistica, calcolando tutti quelli che sono i consumi
di energia elettrica, di riscaldamento e di quelle che sono le
attività che vengono svolte. Le emissioni, che ammontano a
35 tonnellate di CO2 all’anno, sono state interamente compensate,
grazie a Impatto Zero, con la creazione di 9.000 mq di foresta in
Costa Rica.

Questi risultati riguardano solo l’Italia o anche le
filiali all’estero?

Per quanto riguarda l’Impatto Zero sui magazzini, l’Italia
è un Paese pioniere, è stato il primo ad attuare una
strategia simile. Per quanto riguarda la distribuzione In-night
invece è un servizio diffuso sul gruppo, non solo in Italia
ma anche in altri Paesi.

Chiara Boracchi

Articoli correlati