Fare le valigie e partire per… L’ultima chiamata

Questo libro è un saggio-viaggio scritto in prima persona. Un viaggio tra le mete più sognate da tutti, per dimostrare i danni prodotti dal turismo globale. Un libro ricco di esempi, di aneddoti, di frammenti di vita reale.

Fare le valigie e… viaggiare. Si viaggia con la mente, si viaggia col corpo. Si viaggia per crescere e per imparare. Si viaggia e si cambia.

 

Sembra tutto così bello. Ma è davvero così? Fermiamoci per un istante a pensare se effettivamente è tutto così bello, così roseo. Leo Hickman, giornalista di spicco del quotidiano inglese “The Guardian”, nel libro Ultima chiamata affronta il tema dei viaggi low cost, dell’inquinamento prodotto dagli aerei, dei guasti sul territorio e sulle culture locali.

È una vastissima inchiesta condotta nelle località turistiche più popolari del pianeta, da Dubai a Ibiza, dalla Thailandia al Messico, dalla Lituania a Chamonix. Le implicazioni dei viaggi che ciascuno di noi si concede ogni anno sono inaspettatamente numerose e spesso drammatiche: il contributo di un traffico aereo sempre più intenso e incontrollato al cambiamento climatico, i danni ambientali dello sviluppo edilizio legato al turismo, il trattamento riservato ai lavoratori del settore nei paesi del Terzo mondo, il degrado del turismo sessuale, il dibattito sul cosiddetto «turismo sostenibile», le inevitabili implicazioni politiche in paesi come il Myanmar o il Tibet.
Anche le vacanze devono rientrare nel progetto di una ‘vita etica’: Hickman ci invita a riflettere con occhio critico e spregiudicato sulla questione e a domandarci, senza fare dell’inutile allarmismo, se gli svaghi e i piaceri delle nostre vacanze siano o meno in contrasto con il rispetto per gli altri e per il nostro pianeta.

Questo libro è un saggio-viaggio scritto in prima persona. Un viaggio tra le mete più sognate da tutti, per dimostrare i danni prodotti dal turismo globale. Un libro ricco di esempi, di aneddoti, di frammenti di vita reale.

Il turismo oggi è diventato un problema su cui soffermarsi a pensare. Fare la valigia è diventato un gesto etico e politico. Dietro alle destinazioni e ai programmi di viaggio ci sono implicazioni economiche e culturali. Ma soprattutto ci sono riflessioni sui danni causati all’ambiente naturale e culturale. Si può parlare davvero di “low” cost?

Un saggio molto serio e scrupoloso nei suoi dettagli, intriso di ironia, che illumina sui rischi del turismo globale. Un libro per tutti, per viaggiatori e non. Sicuramente da leggere per acquisire sensibilità su temi che nella nostra società globale ci riguardano da vicino. Per capire cosa significa realmente “viaggiare”.

Articoli correlati