Un antico problema

Il problema dell’acqua

Già nel secolo scorso in Sicilia, l’acqua fu gestita e
controllata da piccoli gruppi, i quali disponendo dei pozzi e delle
sorgenti poterono asservire l’economia e la società ai loro
voleri.

Nel frattempo le cose non sono cambiate molto: solo pochi mesi fa,
si è riparlato del problema della siccità al Sud,
scoprendo che ancora oggi poche persone gestiscono un vero e
proprio business legato all’acqua potabile. Mentre nelle case dai
rubinetti non esce niente, lungo le strade camion appartenenti a
dei privati vendono a caro prezzo il prezioso liquido a chi ne ha
disperato bisogno. Questo mentre molta di quella stessa acqua va
persa a causa dello stato increscioso con cui sono tenute le reti
fognarie. E’ risaputo che il Sud è ricco di sorgenti di
acqua e che con una gestione pubblica accurata essa potrebbe uscire
senza problemi dai rubinetti di tutte le case.
A questo punto, ci verrebbe da dire che i cosiddetti “padroni”
della Terra hanno solo scoperto “l’acqua calda” e che gli ultimi
sviluppi sono solo un allargamento di questo fenomeno a livelli
mondiali.

indietro

Articoli correlati
Salviamo i ciclisti

The Times ha lanciato la campagna in seguito a un grave incidente che ha coinvolto Mary Bowers (nella foto), una giovane giornalista. Ma i ciclisti britannici caduti sulle strade negli ultimi dieci anni, sono stati oltre 1.200. Così alcuni cittadini hanno deciso di chiedere alla politica di impegnarsi per salvare gli amanti della bicicletta. Nello