Un’estate per tutti i gusti

Stufi delle solite vacanze? vogliamo godere di mare montagna o mete esotiche contribuendo alla salute del paese, qui alcune alternative per tutti i gusti

Ce n’è per tutti i gusti, da Lampedusa a Cuba, da Alicudi al
campo in Messico, quasi tutti situati all’interno di Parchi e
Riserve Marine. Tutte località affascinanti e preziose per
la salvaguardia e il ripristino naturalistico e storico-culturale,
che offrono un’esperienza semplice e unica per i suoi molteplici
significati. Lo scambio tra culture e sottoculture anche a livello
internazionale e soprattutto la voglia di conoscere, di stare
insieme e insieme rendere migliore una parte del nostro mondo
fisico e spirituale.

Il 90% dei campi proposti per l’estate 2002 sono all’interno di
Aree Protette e quest’anno ci saranno nuove isole come l’Asinara
(Maddalena). Inoltre la bandiera con il cigno sventolerà a
Portofino e tornerà a Pantelleria e in Sardegna. A questo si
aggiungeranno i campi in Lunigiana e nel Salento e molte importanti
conferme: le Eolie (Ginostra, Filicudi e Alicudi), Ustica,
Lampedusa, Paestum, Anacapri, le Cinque Terre e la Carnia.
Ma sarà anche possibile investire le proprie energie
all’estero. Per il primo anno a Cuba sarà direttamente
Legambiente a organizzare i campi, mentre, grazie alle
collaborazioni internazionali esistenti da molti anni, i volontari
italiani che sanno comunicare in inglese potranno effettuare
attività di volontariato un po’ ovunque. Su quattro
continenti la scelta è vastissima: oltre ai grandi Paesi
Europei, Americani, Africani e Asiatici, come la Thailandia,
Bangladesh l’Ecuador, la Mongolia, il Togo, l’Honduras.

Un capitolo a parte merita l’ex Convento San Giorgio, in Abruzzo,
il primo dei Centri Permanenti di Volontariato di Legambiente,
arredato con criteri bio-architettonici.
Nell’orto di cinquemila metri quadrati, un tempo dei frati, si
stanno sperimentando tecniche permaculturali che permetteranno un
approccio migliore e più ecologico con il terreno.
Nel programma estivo del Convento si intensifica l’approccio alla
natura, al benessere fisico e alla spiritualità, affiancando
ai campi per adulti e ragazzi, numerosi corsi di ecologia del corpo
(erboristeria, yoga, danze in cerchio, shiatsu, baguà,
tai-chi, sciamani moderni, didjeridoo, un antico strumento degli
aborigeni australiani).

Molte proposte riguardano i campi di recupero ambientale con
ripristino dei sentieri, pulizia di spiagge e sistemi dunali e
attività simili. Per il settimo anno Legambiente propone poi
Salvalarte, la campagna nazionale che ha per protagonisti i beni
culturali. Gli interventi dei volontari si svolgeranno sotto la
guida di esperti del settore in collaborazione con le
Soprintendenze.

Particolarmente interessanti le attività del volontariato
subacqueo e le proposte per i ragazzi dai 14 ai 17 anni con la
possibilità di ricevere un attestato di partecipazione che
vale come credito scolastico per l’esame di maturità.

Per richiedere il programma dei campi o per prenotarne uno si
può farne richiesta ai numeri: 06/86268324-5-6, attivi dal
lunedì al venerdì dalle 10 alle 18. Per i campi
all’estero 06/86268403. Il programma completo è consultabile
anche sul sito di Legambiente

 

Articoli correlati
La nuova conquista delle terre alte

Le terre alte sono da sempre una meta molto ambita per gli amanti della montagna. Il turismo sempre più accessibile le sta però mettendo in pericolo.