Music of the Brain

L’ascolto della “Music of the Brain” è compatibile con altri trattamenti, farmacologici e non. Viene spesso affiancato ad altre terapie naturali.

L’ascolto della “Music of the Brain” è compatibile con altri
trattamenti, farmacologici e non. Viene spesso affiancato ad altre
terapie naturali.

E’ stato dimostrato che il suono agisce concretamente su tutte le
nostre cellule. Nel suo libro “Quando la musica guarisce” (Ed.
AMRITA, 1997, p. 76), Fabien Maman mostra immagini davvero
affascinanti di cellule fotografate prima e dopo l’esecuzione di un
suono: l’aura che le circonda ne risulta notevolmente arricchita.
“Le cellule sane si sono rivelate flessibili e in grado di
ricevere, assorbire e restituire liberamente l’energia… Le
cellule sane ricevono la risonanza del suono e in questo modo ne
vengono amplificate e rivitalizzate, soprattutto quando la
frequenza sonora corrisponde al bisogno delle cellule stesse”.
Considerando che nell’arco di un anno ogni persona è
soggetta ad un completo ricambio cellulare, ne consegue che ad un
anno dall’inizio di questo percorso, il nostro intero corredo
cellulare avrà beneficiato dei vantaggi offerti dall’ascolto
della propria musica riequilibrante.
Un trattamento che agisce così su entrambi i fronti,
psichico e fisico.

Il tutto da gustare – anzi, da ascoltare – comodamente sdraiati nel
proprio letto o divano, alla guida della macchina o durante una
pausa di lavoro, da un impianto stereo o da un lettore
portatile.

Articoli correlati