Un Monopoli per l’anima

Il “Gioco della Trasformazione”, è uno strumento di crescita interiore nato nella comunità spirituale di Findhorn, in Scozia, ideato da Joy Drake e Kathy Tyler.

Nato molti anni fa nella scozzese Findhorn Foundation,
questo Gioco è un sorprendente strumento di saggezza e
trasformazione
personale
. Ovviamente non è competitivo,
piuttosto mira ad accompagnare i giocatori, se coordinati da una
guida esperta, in un processo di chiarificazione, comprensione e
soluzione di situazioni di vita personali, come ad esempio blocchi,
conflitti, difficoltà
relazionali
.

Il Gioco è stato creato da Kathy Tyler and Joy Drake, due
membri della Findhorn Foundation, alla fine degli anni 70.Si
presenta proprio come un tabellone di un gioco di società:
un percorso a caselle con simboli che rappresentano “tappe” della
vita. Tirando dadi si incontrano angeli, intuizioni, miracoli, ma
anche ostacoli, lacrime, momenti di illuminazione
e consapevolezze nella forma di carte e messaggi e che indicano
azioni da compiersi secondo precise regole, comunicate dalla guida
che facilita il Gioco.

Si gioca individuando la ragione per cui giocare, cioè i
giocatori, per poter iniziare, devono formulare un domanda precisa
– relativa al loro presente – che diventerà il “motivo” per
cui valga la pena “nascere”, secondo il linguaggio del Gioco.
Sarà questo l’intento del gioco, il progetto, lo scopo. Un
esempio? “Come posso avere un rapporto più armonioso

con mio figlio
“.

Giocare questo Gioco seriamente significa toccare, con magica
leggerezza,
le dimensioni dell’anima: la sua caratteristica prima, infatti,
è di essere uno strumento di crescita interiore, una specie
di monopoli spirituale, dove il giocatore al posto delle case,
può acquistare “consapevolezze”, “vendere” dolori,
trasformare schemi di pensiero negativo in illuminazioni e risorse
personali
positive.

E’ come un saggio oracolo che…

 

E’ come un saggio oracolo che, senza invadenza o interpretazione
forzata, aiuta ad arricchire la propria vita di nuova energia,
insegnando come sia possibile dare forza a nuovi
progetti
.
Nel gioco si sperimenta come le coincidenze non siano “un caso” e
come esistano diversi livelli della realtà, oltre il piano
fisico. Tra le carte principali del gioco, infatti, troviamo i Life
Angels: (angeli di vita), portatori di vibrazioni sottili e vitali
che soccorrono, stimolano e guidano i giocatori lungo i percorsi
individuali di gioco.

Nel Gioco, un seminario che può durare ore o giorni, ogni
partecipante presenta una propria domanda, un proprio obiettivo,
che la guida esperta avrà contribuito a far formulare con
chiarezza.

Sul tabellone di Gioco che contiene dei “sentieri di vita”, il
“viaggio esistenziale” trova la sua allegoria e perciò
accade di sorridere, piangere, stupirsi, gioire, condividere,
comprendere, intuire, decidere, essere solidali e apprezzare gli
altri. La guida, il facilitare del gioco, conosce lo strumento
nelle sue regole profonde, che non sono quelle che si trovano
indicate nella confezione in commercio, poiché ha
partecipato con successo al training specifico per condurlo.

Ricorrente in questo Gioco è la parola “trasformazione”,
che è “portare ad un nuovo stato”.
Sofferenze, contrazioni e insuccessi possano trasformarsi in
leggerezza, vitalità, propositività, azione, creativa
partecipazione
alla vita e alla realizzazione
personale, grazie alla pratica della consapevolezza, il vero
direttore d’orchestra.

Quando siamo dominati dagli eventi e dalle emozioni, agiamo in
modo reattivo, come automi condizionati da abitudini e richieste di
altri. Quando siamo nella scelta, nel riconoscimento e nella
conoscenza, agiamo
consapevoli
di noi stessi: “I cambiamenti accadono
quando ti prendi la responsabilità di vivere nella
consapevolezza e la applichi nel tuo quotidiano, momento per
momento”.

Cristina
Bassi

 

Articoli correlati