Salviamo il pianeta

Dal libro “In viaggio con l’arcangelo” di Grazia Francescato. Ci vuole utopia necessaria, se vogliamo salvare il malandato pianeta e i suoi abitanti

Questi nostri tempi, confusi e violenti, ma anche carichi di
esplosive potenzialità, potrebbero forse segnare l’ingresso
in una nuova era. Passaggio epocale che porterebbe a siglare la
fine della scissione tra cuore e ragione, tra pensiero e
sentimento, tra scienza e religione. E che potrebbe (ultima e
finale utopia!) sigillare una ritrovata armonia tra umani e natura,
un ritorno all’arcaica unità del tutto, alla fusione
primigenia che il duro, maschile pensiero occidentale ha senza
misericordia spezzato. E che il circolare, affettuoso, intuitivo
pensiero ecologico (non a caso sto usando aggettivi che calzano a
pennello al modo di essere femminile, perché potrebbe essere
la donna il perno di questa metamorfosi) sta invece cercando di
ricucire, riunire, comporre.

 

pianeta

 

Utopia necessaria, se vogliamo salvare il malandato pianeta e i
suoi abitanti, umani e non. Ma destinata a rimanere sola se
continuerà ad avere il sopravvento il lato oscuro
dell’umanità, se non riusciremo ad arrestare il regresso
verso la barbarie, l’avvento dell’inverno dello spirito, il cui
gelido soffio già ci fa rabbrividire.

Grazia Francescato

Articoli correlati