Un perfetto equilibrio

Rohinton Mistry Mondadori pp. 735

“Perfetto equilibrio” è ambientato negli anni Settanta in un’anonima città
dell’India, questo romanzo ricostruisce con partecipato realismo la
storia di quattro intoccabili – tre uomini e una donna – uniti
nella lotta per la sopravvivenza. Oltre al repressivo sistema di
divisione in caste, i quattro amici, che condividono un misero
appartamento, si trovano ad affrontare anche la corruzione e
l’ingiustizia provocate dallo stato di emergenza che Indira Gandhi
promulgò nel 1975.

L’anima dell’India emerge con le mille sfumature, che un
occidentale chiamerebbe contraddizioni: nella gioia svelata dalla
miseria, nella leggerezza che alimenta il coraggio, nel molto
creato ogni giorno con poco. Un’anima che l’autore, indiano
trapiantato a Toronto, racconta in bilico tra odio e amore,
nostalgia e speranza alla ricerca del difficile equilibrio che
compete all’esule.

Articoli correlati
Balene. Scacco al capitano Achab!

Nonostante la moratoria internazionale alla caccia alle balene, ogni anno migliaia di cetacei muoiono, uccisi dalle baleniere, come accade nel celebre romanzo di Melville. Ma qualcosa sta per cambiare.

Equitazione e bambini

Uno sport utilissimo per la crescita psico-motoria del bambino. Il rapporto con il pony sviluppa anche il senso della responsabilità e dell’amicizia con l’animale.

Jorge Amado. Cibo da leggere

“Queste sciocche trovano puzzolente la cipolla: che ne sanno loro di aromi puri? A Vadinho piaceva mangiare la cipolla cruda, e il suo bacio sapeva di fuoco”. Jorge Amado – Dona Flor e i suoi due mariti.

Gatto. Il Ragdoll

Nasce negli anni ’60 in California (Usa). La sua totale fiducia nell’uomo lo porta a rilassarsi completamente e ad abbandonandosi proprio come una bambola di pezza (Rag-doll).