Un segreto della cucina naturale, armonia

Cucina naturale significa cibi sani, gustosi, ma anche una profonda connessione con la terra, le tradizioni e la cultura. Armonia con i sapori, l’ambiente, il luogo, la storia.

Ogni piatto che si cucina secondo i principi della cucina naturale
rispetta i sapori e il gusto originale, sano e autentico.

Gli ingredienti scelti sono di origine biologica, perché
solo l’agricoltura senza veleni chimici rispetta l’ambiente,
l’ecosistema, i delicati equilibri, le mille forme di vita che
rendono un terreno vivo.

E’ in armonia con la stagione, perché la frutta e la verdura
di stagione non sono coltivate in serra, gonfiate e forzate a
crescere e maturare. Riscopriamo il piacere di dire “che bello, tra
poco è il tempo delle fragole”! Conoscere i ritmi della
natura significa rispettarli. E godere di sapori che i frutti di
serra non potranno mai regalarci.

E’ in armonia con il luogo in cui viviamo. Ogni regione ha i suoi
terreni, i suoi colori, le sue tradizioni e le usanze. I prodotti
del luogo sono spesso coltivati con orgoglio e passione,
perché chi lavora sa che perpetua una tradizione antica.
Sono più freschi, non subiscono trasporti, surgelazione,
irradiazioni, sterilizzazioni o altri trattamenti.

Cucina naturale… Quindi forse una delle sue parole chiave
è armonia. Come scrive Nico Valerio, uno dei più
grandi studiosi – e scrittori – di alimentazione naturale, la prima
regola è “il legame biologico e antropologico-culturale con
l’aria, l’acqua e i frutti della propria terra, la connotazione
popolare e tradizionale di ogni sana nutrizione umana.
L’alimentazione naturale è, infatti, quella che la lenta
opera di adattamento e di evoluzione umana ha consegnato alla
storia; che ha permesso alla specie Uomo per centinaia di migliaia
di anni di vivere, svilupparsi, scoprire la natura…”. In armonia
con i sapori, l’ambiente, il luogo, la storia.

Articoli correlati