Nausea in viaggio

Mettersi in viaggio prevedendo Nausea per tutto il tragitto non è piacevole.pastiglie e altri rimedi con voi non hanno avuto successo, vi consigliamo

Mettersi in viaggio prevedendo nausea per tutto il tragitto
non è piacevole. Se pastiglie e altri rimedi con voi non
hanno avuto successo, vi consigliamo di tentare con la
digitopressione, una delle tecniche utilizzate dalla medicina
tradizionale cinese. Attraverso il micromassaggio, cioè
mediante la pressione delle dita, si stimolano gli stessi punti
dell’agopuntura e si ottiene una sensazione di benessere, che
attenua di molto la nausea da viaggio.

Bisogna però individuare il punto giusto su cui esercitare
la digitopressione, esso varia leggermente da persona a persona.
Per questo è fondamentale ascoltare le risposte del corpo
alle nostre sollecitazioni, per conoscersi meglio e imparare a
“gestire” correttamente la propria salute.

Ecco i punti più adatti per trattare, sintomaticamente, il
senso nausea:

  • Il punto di più facile e di immediato reperimento si
    trova sulla parte interna del braccio, in prossimità del
    polso. Non è difficile trovarlo: si deve seguire la linea
    immaginaria che dalla punta del dito medio passa attraverso il
    centro del palmo della mano e prosegue verso la flessura del
    gomito. Il punto si trova alla distanza di tre dita (circa 5 cm)
    dalla linea del polso e va stimolato con la pressione del pollice
    dell’altra mano. La pressione, per essere efficace, deve essere
    profonda e protratta per almeno un minuto. Per ottenere questo
    ponete il pollice perpendicolare al punto indicato, premete e
    ripetete finché necessario.
  • Il secondo punto si trova sopra l’ombelico, sulla linea mediana
    del corpo, per l’esattezza a metà strada fra l’ombelico e la
    punta dello sterno. Premere sempre tenendo il pollice
    perpendicolare al punto e mantenere la pressione per qualche
    secondo. Se la forza esercitata sul punto è ben tollerata,
    questo intervento è efficacissimo per evitare il vomito ed
    eliminare la nausea. In alternativa possiamo stimolarlo
    “punzecchiandolo”, senza farsi male, con la punta di uno
    stuzzicadenti o di una matita.

Loredana
Filippi

Articoli correlati