Una bella spazzolata alla pelle

Per liberarsi della pelle secca un semplice rituale che apre i pori occlusi e elimina le impurità. Dare una bella spazzolata con un guanto in fibre vegetali

Nel corso della giornata la nostra pelle si libera di molte
impurità attraverso migliaia di ghiandole sudorifere, ma se
i pori non riescono ad espellerle a causa di vestiti troppo stretti
o materiali che non lasciano traspirare la pelle, succede che
queste tossine si accumulano e la pelle diventa pallida e
foruncolosa. Lo stesso vale per le cellule morte della pelle che si
rinnovano ogni giorno, tendono ad accumularsi col risultato di
creare una grana secca, che si squama e funge da barriera
impenetrabile per la maggior parte dei prodotti idratanti.

Il primo passo è quello di eliminare le cellule morte e le
impurità, solo così si prepara la pelle a ricevere
trattamenti idratanti e la pelle acquista vigore e splendore.

  • La pelle asciutta va spazzolata prima del bagno o della doccia
    con una spazzola di fibre naturali per circa 5-10 minuti su tutto
    il corpo a eccezione del viso e del seno. Cominciate con le mani,
    le parti tra un dito e l’altro, poi le braccia, le parti sotto le
    ascelle, il collo, il torace, lo stomaco, i fianchi, la schiena.
    Quindi spazzolate ambedue le gambe, cominciando dai piedi.
    Inizialmente procedete con molta delicatezza e aumentate via via la
    pressione. Contrariamente a ciò che si immagina, potete
    spazzolare l’epidermide anche sugli eczemi o sulla psoriasi, basta
    procedere con più delicatezza, ma la stimolazione per quelle
    zone cutanee ispessite, rivide e che si sfaldano è ottima
    cosa.
  • Versate un cucchiaio circa di olio di oliva, sesamo o mandorla
    in una ciotolina e aggiungete una goccia o due di olio essenziale
    di basilico, camomilla o lavanda. Massaggiateci tutto il corpo,
    compreso il viso, gli orecchi e, se dovete lavarvi i capelli quel
    giorno, anche il cuoio capelluto. Continuate per circa 5 minuti.
    Poi entrate nella doccia e lavatevi come al solito; tutta la pelle
    morta che avete appena spazzolato verrà lavata via con la
    doccia.
    Fate in modo di non strofinare la pelle nell’asciugarla, ma di
    tamponarla e, se è necessario, dopo la doccia applicate un
    prodotto idratante.

Sonia Tarantola

Bibliografia consigliata
Stephain Tourles, 50 semplici coccole per farti felice,
EDIZIONI IL PUNTO D’INCONTRO

Articoli correlati