Una psico-terapia del corpo

La terapia cranio sacrale lavora al confine fra il sistema fisico ed energetico, così può affrontare problemi fisici come cefalee, mal di schiena, ecc.

La terapia cranio sacrale lavora al confine fra il sistema fisico
ed energetico dell’individuo, e così può affrontare
problemi fisici come cefalee, mal di schiena, ecc. o problemi
emotivi o del comportamento, come traumi, depressione, ecc. Sebbene
le tecniche del sistema cranio-sacrale siano molto semplici,
trovano la loro base scientifica in una conoscenza approfondita del
corpo e del suo funzionamento. Per il successo del trattamento
è infatti indispensabile, che le nostre mani attente a
quello che “sentono”, possano realmente “vedere” la struttura in
disfunzione e agire infine consapevolmente su di essa. Questo
necessita di applicazione, di umiltà e di tempo, per
conoscere ed aiutare il sistema cranio-sacrale ad
autocorreggersi.

La terapia cranio sacrale esplora la relazione fra mente e corpo
usando il tocco e il dialogo. Il lavoro parte dal corpo, per
arrivare a creare una situazione in cui il cliente può
esprimere le proprie emozioni, quelle che erano state trattenute,
soppresse e isolate nel soma.

Attraverso un lavoro sulle fasce neuromuscolari e sulle posizioni
del corpo.il terapista può accederere all’energia o alla
memoria di traumi fisici ed emozionali trattenuti nel corpo. E’ una
psicoterapia del corpo. Molti traumi ed emozioni somatizzati sono
originariamente avvenuti in un contesto dominato da emozioni
fisiologicamente distruttive come la rabbia, la paura, il senso di
colpa ecc.

Come inizia, in pratica, la terapia? Nel cranio-sacrale lavoriamo
principalmente con le fasce del corpo, e con il fluido
cerebrospinale. Seguiamo la fascia nella direzione della
disfunzione, la teniamo e aspettiamo per un rilascio (release) e
cambiamento nella struttura del tessuto, è un lavoro
delicato, un approccio profondo che ha il massimo rispetto per il
paziente. Non spingiamo e non provochiamo. La produzione e il
riassorbimento del fluido cerebrospinale è palpabile in
tutte le parti del corpo. Nel cranio-sacrale questo ritmo
palpabile, insieme ad altre cose, può dirci dov’è la
restrizione, darci un indicazione sulla salute generale delle
persone.

E’ solo l’inizio per una tappa successiva, quella che lavora sulla
dimensione emotiva.

Deva Kranto Murphy
Terapeuta in massaggio rebalancing e in cranio-sacrale

Articoli correlati
Digiuno… una terapia

Col digiuno il corpo utilizza per le necessità metaboliche le sue riserve e i suoi stessi tessuti:

Una vera guarigione

Comprendere i meccanismi che generano la malattia, non quelli biologici responsabili dell’alterazione organica, ma quelli pi

Le ricerche che ci piacciono

Il Consiglio Nazionale delle Ricerche degli Usa Una rivoluzione per la tutela della salute umana, con l?adozione di test di tossicità

È tutto olismo quel che luccica?

Regola fondamentale per l’operatore olistico è quello di avere una cultura non solo “scientifica” della salute, ma anche di andare oltre la malattia