acido folico

Una raccomandazione dei pediatri riuniti a convegno a Cagliari per prevenire malformazioni al feto.Basta assumere una modesta dose di acido folico

Basta assumere una modesta dose di acido folico, la vitamina B9
presente in tutte le vitamine a foglia larga: quattro milligrammi
al giorno nel mese prima del concepimento e nei due e tre mesi
successivi per scongiurare il rischio di malformazioni al
nascituro.

Pochissime donne assumono la quantità giusta di vitamina B9
malgrado sia notevolmente diffusa in natura: si trova nelle verdure
a foglia larga come spinaci, lattuga, asparagi, barbabietola e
broccoli, ma anche in carote, pomodori, fagioli, agrumi, banane e
altri frutti. Nonché nel lievito, nei limoni e nei cereali.
Eppure per la salute del feto l’acido folico è importante
quanto la vaccinazione contro la rosolia.
Se assunto correttamente prima del parto si riduce il rischio che
il feto sia colpito da almeno due importanti difetti del sistema
nervoso: l’anancefalia (mancato sviluppo del cervello) e la spina
bifida (interruzione del midollo spinale).

Articoli correlati