Una Vernaccia speciale!

Su in piedi e gi

Il vino è stato scovato in una cantina piazzata su un
fondovalle raggiungibile solo se c’hai i freni boni, come dice
il padrone di casa, a due passi da San Gimignano, cittadina senese
del buon vivere. Per capirlo basta guardarla e scrutare il contesto
ambientale in cui svetta con le sue torri millenarie.

Cantina piccola e ?confortevole?, per il vino, naturalmente, ma
anche per il visitatore che va a visitarla. E dalla quale è
quasi impossibile che se ne riparta senza il vino in macchina, o
magari l?olio extravergine prodotto dai 500 olivi a coltivazione
biologica – come del resto le vigne – che circondano il podere Le
Calcinaie, dove Simone Santini ha casa e bottega. ?Direi che la
coltivazione biologica è indispensabile?, parte quasi
accalorandosi Santini. ?Sennò non farei vino. Davvero. Farei
proprio un altro mestiere. Quando studiavo enologia si stava poco
in campagna e molto in laboratorio. C?è una fogliolina
gialla? Zac, ecco la sostanza chimica giusta. C?è un acino
avvizzito? Giù col bombardamento. Quando scrutavo i
cartellini appesi ai prodotti chimici consigliati era più
lunga la lista delle controindicazioni che quella dei benefici?. La
prima Vernaccia bona risale al 1995 e oggi è il vino
più rappresentativo de Le Calcinaie. L?annata 2007 si
presenta con colore paglierino intenso dai riflessi dorati molto
nitidi. I profumi sono superlativi, con iniziali note di frutta
esotica unita a una sensazione minerale di pietra focaia. Note che
poi si trasformano in sentori di fiori bianchi successivamente
evoluti in aromi di pesca bianca matura. Il tutto con assoluta
eleganza. In bocca esplodono note gustative che richiamano
mandarino e pompelmo, in fretta tramutati in gusto minerale e
balsamico, a evidenziare la grande freschezza. Piacevolezza e
freschezza che si mantengono a lungo nel retrogusto.

Tenuta Le Calcinaie, località Santa Lucia 36, San
Gimignano (Si)
www.tenutalecalcinaie.com

A cura di
Il Mio Vino

Articoli correlati
Arriva vino in festa!

Dal 14 maggio all’11 giugno un mese dedicato all’incontro con Bacco, seguendo il vino delle diverse cantine, delle imprese dei vignaioli altoatesini,

Monteu Roero e il suo vino.

Nel cuore del Piemonte, terra di grandi rossi, si produce pure un vino bianco eccellente, l’Arneis, tipico del Roero. La famiglia Negro, per prima, ha trasformato questo vino, un tempo dolce, in un bianco secco di grande pregio. Il Perdaudin 2008 ne