Una vita dedicata alla musica

Una vita dedicata alla musica. Stranamente fresca l’aria di questa mattina, stranamente pungente la brezza che scende dalle Alpi mentre mi appresto al consueto viaggio verso Merone.

Si va dritti verso Nord, dall’estremo nord della periferia
Milanese. Accendo la radio, e giro tra i grandi network e la radio
nazionale. E’ scomparso Luciano, un tumore al pancreas che è
difficilissimo da curare. Una malattia che molto spesso colpisce le
persone affette da obesità.

L’aria è fredda ma faccio fatica a tenere gli occhi aperti
senza gli occhiali da sole. La radio è magia, a volte, “O
sole mio…” dall’autoradio esce la potente voce di quello che
è stato il tenore più influente e rinomato degli
ultimi 30 anni. Alla radio arriva un messaggio, una ragazza
italiana che vive a New York “L’ascoltavo nel mio I-Pod mentre
correvo la maratona di New York, mi ha spinto fino all’arrivo”.

Non fatichiamo crederle, la musica ha di questi poteri. Si
chiacchiera, poi musica: “ma sì, è la vita che
finisce,ma lui non ci pensò poi tanto anzi si sentiva
già felice, e ricominciò il suo canto “. Quante volte
Luciano avrà cantato questo verso di Caruso, nelle
meravigliose liriche di Lucio Dalla; devo averla ascoltata mille
volte… Papà tornava dai viaggi quando ero bambino, io gli
chiedevo come fosse l’America. Dal tetto della nostra casa nel
Salento mi indicava le lampare e mi canticchiava sotto voce il
famoso verso “..vide le luci in mezzo al mare e pensò alle
notti la in America…ma erano solo le lampare, e la bianca scia di
un elica”. L’America è nel nostro cuore tesoro mi
diceva.

Cambio stazione. Il sole è più alto e si vedono le
cime innevate. “Tramontate stelle, tramontate stelle. All’alba
vincerò”.

Se ne andato all’alba Luciano, e nelle sue interpretazioni il
trasporto che sorpassa quello dell’autore tanto che il potere della
musica influenza non solo la sua vita, e la sua dipartita, ma anche
quella di tutti noi. Finalmente arrivo in radio. non vi è
tristezza tra di noi ma un sincero cordoglio che ci teniamo
stretti. Perchè nel nostro piccolo, anche noi stiamo
dedicando la vita alla musica. E fin d’ora l’abbiamo spesa in un
modo straordinario.

Ciao Luciano.

Alessia, Antonio, Basilio, Claudio, Daniele, Depo, Enea, Filippo,
Frank, Fra, Giuseppe, Jan, Massimo.

Articoli correlati