Val Venegia, a grandi passi sulla neve fresca

Per usare le racchette da neve basta saper camminare; i bambini sono i primi a essere affascinati dalla possibilità di fare salti, tuffi e capriole

Per usare le racchette da neve basta saper camminare; è
così facile che i bambini sono stati i primi a essere
affascinati dalla possibilità di fare salti, tuffi e
capriole nella neve fresca. Per secoli uno degli unici strumenti
per affrontare marce nella neve fresca, oggi le racchette da neve
sono state riscoperte come attività sportiva ed ecologica,
che consente di avventurarsi nei silenzi ovattati dei paesaggi
invernali con un ritmo tale da favorire un contatto più
autentico con l’ambiente.
Nei dintorni di San Martino di Castrozza, nel cuore delle Dolomiti,
sono molti i percorsi in cui i principianti possono muovere i primi
passi. Le Guide Alpine ogni giorno organizzano escursioni nelle
zone più belle: dai Piani della Cavallazza ai Laghetti di
Colbricon, dalla Val Venegia all’Altopiano delle Pale, dal Lago di
Calaita alla Cima Rosetta.

Escursione in Val Venegia
La Val Venegia, incastonata ai piedi delle Pale di San Martino,
è uno dei più deliziosi angoli delle Dolomiti,
è il fiore all’occhiello del Parco di Paneveggio. Il suo
nome è legato a Venezia: all’epoca della Serenissima i
tronchi della foresta di Juribrutto erano infatti trasportati al
Passo Valles, dove iniziavano il loro lungo viaggio fluviale verso
la città dei Dogi.
E qui che vi proponiamo un’escursione con le racchette, di
difficoltà media, della durata di circa cinque ore, da
effettuare, possibilmente, con la presenza di una guida alpina,
tenendo presente che non vi saranno lungo il percorso luoghi di
ristoro, essendo le malghe chiuse in inverno.

Il percorso parte da Passo Rolle, a 9 km da San Martino di
Castrozza, raggiungibile da qui in pochi minuti anche con lo skibus
gratuito.
Dalla partenza della seggiovia Segantini (1950 m) si sale lungo la
pista da sci fino alla Baita Segantini (2170 m), davanti ad uno dei
panorami più fotografati delle Dolomiti.
Da qui si scende in Val Venegia lungo gli innumerevoli tornanti
della strada in genere ben visibile anche con neve alta. Il
percorso diventa pianeggiante quando si arriva sul Pian della
Vezzana e poco dopo appare Malga Venegiota (1820 m).
Proseguendo lungo la strada oppure lungo il ruscello ghiacciato
poco discosto si arriva a Malga Venegia, luogo consigliato per la
sosta perché molto soleggiato.
Da Malga Venegia si scende per la strada fino ad incrociare la
strada provinciale di Passo Valles in loc. Pian dei Casoni (1690
m). Da qui si seguono le indicazioni per risalire attraverso il
bosco a Malga Juribello (1868 m) e poi si rientra a Passo Rolle
attraverso i pascoli.

Info:
Ufficio APT di San Martino di Castrozza, tel. 0439 768867,
[email protected]
Guide Alpine Scuola Di Alpinismo, San Martino di Castrozza, tel.
0439 768795.
Parco Paneveggio Pale di San Martino, Centro Visitatori via
Castelpietra 2 – 38058 Tonadico, tel. 0439 64854, [email protected]

Tomaso Scotti

Articoli correlati